Angelo Mussinelli

Ho vissuto indirettamente la presenza della Serena quando mia moglie Jennifer ha sperimentato l’esperienza di coaching nel suo Rifugio, la scorsa estate

Ho percepito vitalità e autenticità, la sincera voglia di Serena di condividere la sua storia interiore a chi lo desidera, al fine di essere…essere sé stessi e vivere una vita armoniosa.

Ho accolto quindi la chiamata dentro di me e ho intrapreso un lavoro di 1 mese con lei.
Cosa mi ha spinto? La curiosità, la sana voglia di vedere…vedere cosa? Chi veramente sono, come funziono e perché si ripetevano in me, ciclicamente, eventi che mi tenevano in uno stato di giudizio, insofferenza e frustrazione, nonostante i miei sforzi per vivere una vita piena ed appagante.

Ho avuto l’opportunità per prima cosa di denudarmi e di accogliermi, così come sono. Con amorevolezza

E poi, accompagnato dal lavoro di dedizione e di sensibilità della Serena ho avuto la possibilità di smontare gli ingranaggi della mia personalità e di decidere di essere felice.
Orientando la mia bussola verso ciò che mi rende felice e soddisfatto.

Si…è una scelta, ed è possibile.
E poi di creare uno spazio neutro tra me e gli eventi esterni, in modo che non mi senta più soffocato dalla pressione degli accadimenti ma bensì che possa fare un respiro profondo e rispondere adeguatamente…

E non più re-agire, come una macchinetta a cui vengono premuti dei pulsanti: mi viene detto “sei bravo!” Allora sono felice…mi viene detto “sei brutto! “ Allora mi deprimo…

Questo fa una grandissima differenza nelle mie giornate.

Ecco sono stato guidato a vedere la bellezza della mia unicità e ad avere stima si me.
Amarmi

È stato per me un lavoro pratico ed entusiasmante, supportato dall’instancabile servizio della Serena

A volte non ci capivo un granché e a volte mi innervosivo, e questo attrito è valso per cambiare qualcosa dentro di me…anzi per liberare qualcosa che già c’era: chi veramente sono.

E questo ha arricchito me e il mondo intorno a me.

Grazie infinite Serena

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, mi sono avvicinata alla crescita personale nel 2007. Da allora è cominciato quel percorso che mi ha permesso di rinascere scoprendo davvero chi sono e diventando più forte di ogni problema. Dal 2017 metto a disposizione la strada che ho percorso per prima a chi si affiderà a me come Mental Coach, anche grazie al particolarissimo ambiente del rifugio. Qualcuno mi definisce come architetto dell'anima. Concordo...

Comments are closed.