Cos’è un problema? Ecco la definizione per diventare più forte di tutto

Cos'è un problema

Oggi voglio mostrarti la definizione di problema che devi assolutamente conoscere per un motivo molto preciso.
Cos’è quindi un problema?

Quando lavoro con le persone utilizzando il diario emotivo, molto spesso pongo questa domanda: che problema c’è se…?

A volte però la domanda viene interpretata come una forma di provocazione o leggerezza da parte mia, come se il mio obiettivo fosse quello di sminuire il problema dell’altro.

Ma la realtà è molto diversa!
Il mio obiettivo non è mai quello di provocare o sminuire, ma sempre quello di capire.

Ho imparato che capire è la strada per poter conoscere se stessi veramente e finalmente trovare la felicità che tutti desideriamo.
È questo che mi interessa impari anche tu! 😀

Così, la domanda “che problema c’è?” è una domanda di enorme importanza, ma per capirla devi capire bene cos’è un problema.
Te lo spiego raccontandoti di un esperimento che ho fatto tempo fa 🙂

Quando la sedia diventa un problema (fidati, la sedia c’entra!)

Cos'è un problema-sedia

Quel giorno ero a pranzo da amici.

Giampi, seduto a tavola con me e l’altro amico, se ne stava comodo a parlare mentre Barbara, la sua compagna, si preoccupava di servire il pranzo.
A un tratto Giampi decide di mostrarmi una foto sul telefono e chiede a Barbara di portarglielo.

“Ma scusa Giampi, perché non lo prendi tu?” gli chiedo. “Beh, Barbara è già in piedi!” mi risponde.
Già! E la cosa è finita così.

Scopri le mie risorse gratuite

Newsletter, ma non solo!
Ti offro subito il mio supporto gratuito con risposte esaurienti a tuoi commenti e alle tue mail, ma anche una settimana di Coaching gratis con me

Tornata a casa mi sono seduta a lavorare al computer e quando dovevo evidenziare una cosa sui miei appunti mi sono accorta che l’evidenziatore era rimasto su un altro tavolo. Stavo per arrangiarmi a sottolineare con la penna rossa a portata di mano quando mi è tornata in mente la scena vista a pranzo.
A quel punto mi sono alzata, ho preso l’evidenziatore e l’ho usato.

Il giochino però mi stava incuriosendo, così ho provato a mettere da parte la sedia e a lavorare senza.
In piedi ero più scomoda, ma ogni volta che mi serviva qualcosa andavo e la prendevo. Senza nemmeno pensarci!

La sedia è una cosa comoda, è di aiuto perché ci permette di lavorare con maggiore relax.
Ma siccome io avevo bisogno di muovermi per prendere l’evidenziatore la sedia era diventata un problema, un ostacolo tra me e il mio obiettivo di raggiungere la cancelleria.

Ecco cos’è un problema!
Quando una cosa diventa un ostacolo mettendosi tra me e il mio obiettivo diventa un problema.
E questo succede sempre, anche quando il mio obiettivo è la felicità stessa 🙂

La definizione di problema che devi assolutamente conoscere

definizione di problema

In realtà, se vuoi capire cos’è un problema e cerchi la definizione sul dizionario, puoi trovarne diverse riguardanti diversi ambiti come la matematica o la scienza.

La definizione che ti deve interessare per trovare la strada della felicità è però quella che ho trovato su Wikipedia.
Caspita, potrei averla scritta io! 😀

Un problema, comunemente inteso, è un ostacolo che rende difficile raggiungere un determinato obiettivo o soddisfare una certa esigenza, frapponendosi tra la volontà dell’individuo e la realtà oggettiva”

Mi viene in mente mio zio.
Sempre andato d’amore e d’accordo con la sorella, sempre molto affiatati. Finché si è sposato.

La moglie e mia zia non si sono mai sopportate. Così lui ha scelto di tagliare i rapporti con la sorella perché chi gli interessa di più è la moglie.

Il rapporto con la sorella è di certo una cosa positiva, ma da quando si è messo tra lui e la moglie è diventato un problema.
E, come detto, questo può capitare con ogni cosa.

Ti torna la definizione di problema che ti diamo io e Wikipedia? 😉

Dopo aver fatto l’esperimento di lavorare senza sedia e visto che comunque ero scomoda, ho continuato l’esperimento da seduta, ma spostando tutta la cancelleria per vedere come avrei reagito.

A quel punto potevo scegliere tra stare seduta sulla mia sedia comoda rinunciando ad evidenziare gli appunti, rinunciare alla sedia togliendo di mezzo quella cosa positiva che di fatto era diventata un problema, oppure stare seduta e alzarmi ogni volta a prendere il necessario.

 Rinunciare o trovare una soluzione?

Ho scelto quest’ultima e, uff, è stato più impegnativo, ma in questo modo ho potuto gestire il problema (la sedia) e comunque arrivare al mio obiettivo (usare la cancelleria).

Cosa accade nella realtà di tutti i giorni? La stessa identica cosa 😉

La domanda più importante: che problema c’è?

risolvere problemi della vita

Quando una cosa diventa un problema mettendosi tra me e il mio obiettivo posso scegliere di rinunciare a quella cosa o all’obiettivo aggirando il problema (ma il problema resta!), oppure posso imparare a diventare abbastanza forte da trovare sempre una soluzione per raggiungere il mio obiettivo risolvendo o gestendo il problema.

Non evitandolo, non sbattendoci contro e facendoci la guerra come spesso vedo fare, ma imparando ad attraversarlo.
Ecco come risolvere sempre i problemi della vita 😉

Mio zio avrebbe potuto impegnarsi a mantenere il rapporto sia con la moglie che con la sorella. Questo però gli sarebbe costato molta fatica e ha deciso di rinunciare.

Imparare a gestire ogni ostacolo senza aggirarlo comincia proprio dal capire qual è esattamente il problema.
A quel punto non resta che trovare ogni possibile soluzione e quindi agire.
Una soluzione c’è sempre, anche se a volte potrebbe non essere comoda.
Sta a te scegliere 😉

Chiederti qual è il problema quando usi il diario emotivo significa capire in che modo la tua regola ti sta impedendo di raggiungere la felicità che cerchi facendoti invece ottenere l’emozione negativa che hai provato in una certa situazione.

Nella definizione di problema che ti ho mostrato, c’è la chiave per diventare più diventare più forte di tutto, più forte di ogni problema.

Questa forza può richiedere molto lavoro e a volte sarà molto impegnativo, ma ne vale sempre la pena perché è la chiave per la tua felicità.

 D’ora in poi, soprattutto quando usi il diario emotivo, poniti spesso questa domanda: “che problema c’è se…?
Ponitela anche più volte, fallo per ogni risposta che trovi.
Vai a fondo finché avrai la certezza di aver individuato il vero problema.

Che problema c’è se facciamo una festa in famiglia?
Il problema è che mia sorella e mia moglie si vedranno.

E che problema c’è se si vedranno?
Il problema è che litigheranno.

E che problema c’è se litigheranno?
Se litigheranno la situazione diventerà invivibile.

E che problema c’è se…?

Insomma, hai capito no? 😉

E ricorda che non si tratta di sminuire il problema, ma di trovarlo davvero per definirlo e trovare la soluzione che migliorerà davvero la tua vita 😉

Ti piace quello che scrivo?

Iscriviti GRATIS alla mia newsletter!

Condivido molti temi tratti da spunti di vita quotidiana e non solo.
Riceverai consigli e risorse utili e ogni novità per la tua crescita personale.
Comincia fin da ora, scopri chi sei e prendi in mano la tua vita!

Get Free Email Updates!

LASCIA IL TUO CONTATTO QUI SOTTO

Accetto il trattamento dei miei dati secondo le vigenti norme sulla privacy Privacy Policy

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè pagina delle nostre e-mail

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, mi sono avvicinata alla crescita personale nel 2007. Da allora è cominciato quel percorso che mi ha permesso di rinascere scoprendo davvero chi sono e diventando più forte di ogni problema. Dal 2017 metto a disposizione la strada che ho percorso per prima a chi si affiderà a me come Mental Coach, anche grazie al particolarissimo ambiente del rifugio. Qualcuno mi definisce come architetto dell'anima. Concordo...
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments