Essere padroni di se stessi e non farsi controllare da niente e nessuno

Essere padroni di se stessi

Essere padroni di se stessi significa poter decidere della propria vita in ogni situazione senza che nulla possa impedirlo.

Questo significa essere liberi da ogni possibile condizionamento.

A volte però ci troviamo di fronte a situazioni in cui non capiamo cosa ci accade, non riusciamo a mantenere il controllo e ci sentiamo trasportati a forza da qualcosa che è più grande di noi.

Mai vissuto niente di simile? 😉

Essere padroni di se stessi: l’unica cosa che puoi davvero controllare

Essere padroni di se stessi-controllare se stessi

Quando si smette di essere padroni di se stessi, si finisce per voler controllare ciò che controllare non si può.

È in questo modo che paradossalmente diamo il potere a cose, situazioni o persone di controllare noi.

In quell’esatto momento perdiamo la nostra libertà e, te lo assicuro, nessuno, ma proprio nessuno, è disposto a farlo!
Così cominciamo a fare la guerra alla realtà e perdiamo di vista l’unica cosa che veramente possiamo controllare: noi stessi.

Te lo ripeto perché è troppo importante, c’è solo una cosa che puoi veramente controllare: te stesso, o te stessa.

Probabilmente ti sarà capitato di trovarti a lottare contro la realtà perché le cose non vanno come desideri.

Scopri le mie risorse gratuite

Iscriviti alla mia newsletter e ogni martedì riceverai consigli e spunti per imparare a gestire le tue emozioni senza starci più male.

Forse avrai notato che certe cose o  persone esercitano su di te un potere tale da costringerti ad andare nella direzione che proprio non vorresti.

Magari pensi che ti stiano manipolando, magari fai ciò che preferiresti non fare e non capisci perché.

Sai solo che da quando certe cose o persone sono comparse nella tua vita, ne sei attratto, o attratta, o le respingi.
Semplicemente vai nell’unica direzione che ti sembra possibile, non vedi altro che quello e senti di non poter fare diversamente da così.

Ti faccio qualche esempio concreto, così vedi se lo puoi ritrovare nella tua vita 🙂

Prova a pensarci, ti è mai capitato di pretendere qualcosa da tuo figlio e non saper fare a meno di ottenerlo nonostante sai perfettamente non essere la cosa giusta da fare?
Oppure ti sei mai trovato, o trovata a pretendere di riuscire in qualcosa, magari ottenendo un preciso risultato?

E di sentire di non poter resistere al bisogno di relazionarti a certe persone senza capire cosa ti condiziona fino a quel punto?

Ma ancora, ti sei mai successo di accorgerti che vuoi evitare di fare una certa cosa e non saper dire di no?
Pensa a un vizio per esempio o a qualcosa che avevi deciso di fare e a cui ora non resisti.
Il fumo, il gioco, vedere la partita in tv, uscire per una gita in montagna o qualcosa di simile.

Bene, considera che è quando inizia tutto questo che si comincia a non essere più padroni di se stessi.

Ma cosa accade esattamente?

Stai male? Hai bisogno di qualcosa!

Stai male-bisogno

Quando perdi il controllo su di te e non capisci il motivo, è perché in qualche modo hai bisogno di qualcosa che in quello che ti condiziona c’è.
Oppure c’è qualcosa che ti impedisce di ottenerlo 😉

Di qualunque situazione stiamo parlando, le cose non cambiano e il motivo è sempre lo stesso: si tratta di qualcosa che ti serve.

E se ti serve, lo devi ottenere, altrimenti stai male.

Esatto, se non lo ottieni stai male, hai capito bene.
O pensi che quello sia l’unico modo per stare bene 😉

E così, in un modo o nell’altro e più o meno consapevolmente, lo pretendi.

Ora, considera che se hai un bisogno, quello viene prima di qualunque altra cosa.

Sempre.

Anche se tu non te ne accorgi, anche se hai la forte convinzione di non poter fare diversamente da così.

In quella condizione, ogni tentativo diventa inutile.
Non resisti, non ce la fai a cambiare nemmeno se sai che la cosa giusta da fare sarebbe tutt’altra.

Non c’è niente da fare, quando hai bisogno di qualcosa, mettendo il bisogno davanti a tutto, stai dando a quella cosa il potere di controllarti.

E mentre lei ti impedisce di fare ciò che vorresti davvero, a parte qualche lampo di illusoria felicità, sei comunque continuamente in conflitto.
Non stai bene, non sei davvero felice, ma provi un gran quantità di emozioni negative.

Non c’è verso, quando finisci per pretendere qualcosa non puoi far altro che provarle e lasciarti condizionare da loro.

E intanto dentro di te non capisci cosa accade, senti solo che qualcosa non va e che non sei più padrone di te.
Non si può essere padroni di se stessi in questo modo!

Emozioni…

In questo articolo ti spiego esattamente come funzionano le pretese e per quale motivo in loro presenza non puoi che provare emozioni negative.
Ti consiglio proprio di farti un giro 😉

Imparare a conoscerti, fondamentale per riprendere in mano la tua vita

conoscere se stessi

Bene, quando ti trovi in questa situazione c’è solo una cosa che puoi fare, spostare lo sguardo da ciò che ti sta condizionando e tornare concentrarti su di te.

A cosa ti serve avere quella cosa o persona, o che sia esattamente come la vuoi?
Cosa ti mancherebbe quindi, se scomparisse o fosse diversa?

Cosa significa per te non ottenere quel risultato o non fare quella cosa?

E cosa temi che accadrebbe se tu non ti comportassi in quel modo preciso o le cose andassero diversamente da come desideri?

In definitiva, che problema ci sarebbe se ti ritrovassi in una di queste situazioni?

Se noti, tutte queste domande sono quelle che consiglio quando ti parlo del diario emotivo.
E questo non è affatto un caso 😉

Il diario emotivo è uno strumento fondamentale per tornare ad essere padroni di se stessi e in questa pagina ti spiego bene come funziona 🙂

Serve per conoscerti a fondo riprendendo in mano la tua vita invece di dare il potere a chi, o cosa non c’entra con chi sei.

Questo significa evitare di restare vittima delle tue stesse emozioni e di finire come descrive bene De Mello: “premo un bottone e tu vai su, ne premo un altro e tu vai giù” 😉

Essere padroni di se stessi richiede di cercare, osservare, farsi ottime domande per trovare ottime risposte.

E capire.

A cosa mi serve? La domanda fondamentale per essere padroni di se stessi

essere padroni di se stessi-domande

Devi capire di cosa hai bisogno e quando l’hai trovato, devi capire di più e porti di nuovo questa preziosissima e fondamentale domanda: a cosa mi serve?

A cosa ti serve esattamente ciò di cui hai bisogno?

Devi trovarlo, devi farlo, costi quello che costi.
Devi capire cosa precisamente e più profondamente ti serve in quella cosa, persona o situazione, o continuerai a dare a ciò di cui hai bisogno il potere di condizionarti.

Quello che troverai è qualcosa che ora manca nella tua vita e mancando, qualunque cosa pensi te lo possa dare ti condiziona senza che tu te ne renda conto.

Quando trovi quello che ti serve, allora l’effetto che fa su di te già si sgonfia.
Osservandolo restringi il campo e cominci a vederlo per quello è, restituendogli una forma e una dimensione finiti.

Ma questo non basta, quella cosa resta comunque ciò di cui hai bisogno e la devi ottenere.

Può trattarsi di un bisogno pratico e concreto, e allora ti basterà trovare un modo diverso per arrivare a quello che vuoi.
Ma trova un modo che dipenda solo da te per essere indipendente da ogni condizionamento esterno.

Molto più spesso però, si tratterà di un bisogno interiore.

Ecco perché a quel punto, se davvero vuoi cambiare come vivi certe situazioni, devi iniziare a costruire quella “cosa” dentro di te.
Lo devi fare con le tue mani e riprenderti la responsabilità della tua felicità, quella che fino ad ora hai affidato ad altro o ad altri.

Bene, devi sapere che quanto ti ho detto fino a qui non è per me una novità.
Qualche tempo fa però, mi è capitato di ritrovarmi proprio in questa situazione e vederlo da vicino, viverlo, mi ha mostrato ancor più quanto questo sia prezioso per essere sempre padroni di se stessi 😉

Quando si perde padronanza di sé bisogna capire, ma capire veramente!

padronanza di sé-capire

In quell’occasione spesso sentivo di non avere pieno controllo su me stessa con alcune persone e con una tutto questo accadeva in modo particolare.

Senza che lei avesse alcuna intenzione di farlo, né facesse nulla di particolarmente evidente.

Quella persona mi condizionava, mi sentivo attratta da lei, non mi sentivo più padrona di me stessa.
In quella situazione mi rendevo conto che fare la cosa giusta era diventato davvero molto impegnativo.

Appena me ne sono accorta e ho cominciato ad osservare, ho notato che ciò che desideravo di più era che lei si prendesse cura di me, come già aveva fatto in diverse occasioni.

Ma io mi prendevo cura di me stessa?

Beh, in realtà sì. Così c’era qualcosa che non tornava, doveva esserci altro.

E sì, perché se ti accorgi che quello che trovi nella tua vita esiste già, significa che ancora non hai trovato quello che ti serve veramente.
Allora vai avanti!

Devi capire, capire veramente.

Fino all’ultima domanda per tornare ad essere padroni di se stessi

essere padroni di se stessi-fino all'ultima domanda

Ho continuato ad osservare cosa accadeva con tutte le persone che in quel periodo erano in qualche modo in grado di condizionarmi.
Ho continuato a farmi domande, quelle giuste, quelle che ti mostrato poco fa 🙂

E allora ho capito.

Accadeva solo quando questo prendersi cura di me, consisteva nel preoccuparsi di sapere come stavo.

Non nella mia vita pratica però, non se mi mancasse qualcosa di concreto.
Di persone che si curavano di me aiutandomi nelle cose pratiche e materiali per facilitarmi la vita e aiutarmi a “stare bene” ce ne erano molte, ma nessuna di loro era in grado di condizionarmi.

Chi invece si preoccupava di come stessi dentro di me, di come mi sentissi e delle mie emozioni più profonde, chi lo faceva incondizionatamente e con totale e sincero interesse…

Ecco, quella persona, senza nemmeno rendersene conto mi teneva sotto scacco, senza volerlo mi stava manipolando, nonostante le sue intenzioni fossero tutto il contrario.

Ero IO a permetterlo, IO, inconsapevolmente, perché IO le stavo dando il potere di farlo.
E così faticavo a mantenere il controllo su me stessa.

Avevo bisogno di amore, ma non di amore in senso vago, ora c’è molto amore nella mia vita 🙂
Era il totale, incondizionato e sincero interesse per ciò che più profondamente provavo a mancare nella mia vita.

E sai cosa ho notato quando l’ho visto?
Mi sono accorta che, presa da mille impegni e persone, molto, davvero molto spesso, trascuravo di curarmi di me interessandomi di come mi sentissi veramente dentro.

Non stavo male, semplicemente non mi stavo curando di me 🙂

Questo dava a chiunque lo facesse al mio posto il potere, involontario e inconsapevole, di condizionarmi.

Ed ecco il modo perfetto per smettere di essere padroni di sé stessi 🙂

Prima capisci, poi costruisci. La tua felicità dipende solo da te

costruire-felicità

È stato sufficiente preoccuparmi di chiedermi come stessi veramente, con totale e sincero interesse, e senza fare altro il bisogno è sparito.

Stavo costruendo quello di cui avevo bisogno dentro di me e senza bisogno di altri o di altro, stavo dando a me stessa ciò che fino ad ora avevo inconsapevolmente cercato altrove.
E questo mi ha restituito il potere di decidere di me, delle mie azioni e della mia vita.

In questo caso non è stato difficile e a volte basta davvero poco quando capisci cosa precisamente, ma proprio precisamente ti manca.
La cosa più difficile è vederlo e trovare il bisogno più profondo, quello che spesso si nasconde dietro alla pretesa più evidente.

Così te lo ricordo, guarda bene a quello che hai trovato, a un primo sguardo potresti trovare qualcosa che non ti manca veramente.
Significa che non era la risposta giusta.

Magari ti sembra di avere quella cosa, ma ce l’hai in una forma diversa che non ti dà quello di cui davvero hai bisogno.
Proprio quello che è successo a me 😉

Trovare il vero bisogno, quello che si nasconde dietro a ciò che pretendi, veramente potrebbe richiedere un gran lavoro.

Proprio per questo trovare quella risposta potrebbe richiedere tempo.
Non è detto che sia subito, ma TU CERCA QUELLA RISPOSTA.

“A cosa ti serve esattamente?”

Fallo anche tu, cercalo, non fermarti all’ovvio.

Quando pretendi qualcosa, quando vuoi una cosa o che quella cosa sia esattamente in certo modo, trova il motivo per cui ti serve ottenerla o che quella cosa sia proprio così.

E quando finalmente l’hai trovata, se davvero vuoi tornare padrone di te stesso, rimboccati le maniche e costruisci da te quello di cui hai bisogno.
Costi quello che costi.

Preoccupati tu della tua felicità, perché nessuno lo può fare al tuo posto 🙂

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, mi sono avvicinata alla crescita personale nel 2007. Da allora è cominciato quel percorso che mi ha permesso di rinascere scoprendo davvero chi sono e diventando più forte di ogni problema. Dal 2017 metto a disposizione la strada che ho percorso per prima a chi si affiderà a me come Mental Coach, anche grazie al particolarissimo ambiente del rifugio. Qualcuno mi definisce come architetto dell'anima. Concordo...
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Sarah
Sarah
Novembre 30, 2021 11:54 AM

Cara Serena me l’hai servita proprio su un piatto d’argento, come si dice. Voglia di riprendere in mano la mia vita, di essere padrona di me stessa, di decidere IO della mia felicità, ecco esattamente ciò che voglio e che sto cercando di capire, capire scavando sempre più dentro a me stessa. A me manca il sentirmi veramente AMATA, quell’amore vero, sincero, profondo, incondizionato. Il sentirmi importante per qualcuno, il vederlo dimostrato con gesti e parole, sapere come sto davvero dentro, cosa Ho davvero dentro e nessuno ma davvero nessuno è mai riuscito ad entrare così in profondità con Me… Leggi il resto »

sarah
sarah
Dicembre 1, 2021 1:10 PM
Reply to  Serena Sironi

Quindi Serena, se capisco bene tra le righe, è sbagliato voler ricevere amore da fuori perché l’amore necessario è già dentro di me e nessuno può darmi ciò che realmente cerco. E’ corretto? Solo io posso amarmi così profondamente e a tal punto da non dover trovare o cercare fuori altro ? Sì Serena, ci credo veramente altrimenti non starei facendo questo enorme lavoro su me stessa di così attenta analisi, domande, ricerche interiori che non mi sono mai fatta. Tutto questo me lo devo in un certo senso, per tutto il dolore e la sofferenza che ho sentito dentro… Leggi il resto »

sarah
sarah
Dicembre 1, 2021 4:48 PM
Reply to  Serena Sironi

Evidentemente passa questo messaggio o ti arriva che io lo pretenda, anche se forse non me ne rendo conto.
Sì mi farebbe davvero molto piacere riceverlo ed effettivamente se ne sento la mancanza vuol dire che ne ho bisogno.
Quindi solo io posso sanare questo bisogno giusto?

sarah
sarah
Dicembre 2, 2021 11:48 AM
Reply to  Serena Sironi

Hai ragione ed è ciò che sto facendo giornalmente .
Come capisco se ci sto riuscendo? il bisogno svanisce?

Sarah
Sarah
Dicembre 2, 2021 3:56 PM
Reply to  Serena Sironi

Certo immagino ma non credo sia una cosa a breve scadenza. Come nella NL di Oggi di Giacomo voglio credere che nulla è inutile. Tutto ciò che sto facendo,se davvero lo voglio e perseguo in questo intento, mi porterà via fastidio, dolore, malessere e quel vuoto che adesso fatico a riempire. Saprò bastare a me stessa, sanare il vuoto, ciò che manca? Credo di non avere ancora accettato del tutto ciò che mi è successo, la situazione nella quale mi trovo e uscire da essa è più faticoso di quanto immaginassi. Le “leve dell’assenza e della sofferenza” di cui parla… Leggi il resto »

sarah
sarah
Dicembre 3, 2021 5:32 PM
Reply to  Serena Sironi

Certo Serena devo solo fare mio tutto questo, realizzarlo appieno e dare quella svolta definitiva alla mia vita.
Devo centrare il bisogno e sanarlo da SOLA
Devo venire fuori da questa situazione perché mi sento come in stallo.
Lasciare andare, lasciare la presa non è per nulla facile sai? Forse è qui che devo mettere più impegno.

Sarah
Sarah
Dicembre 3, 2021 11:18 PM
Reply to  Serena Sironi

Forse anch’io sto pian piano capendo ciò che è necessario che io faccia perché mi sto analizzando a fondo e sto cercando di pormi le giuste domande. Voglio stare bene Serena davvero e questa cosa sento che mi serve davvero se voglio cambiare veramente. Tu sei fondamentale in questo perché il tuo aiuto è davvero prezioso.