Rinascere a nuova vita: come vincere la sfida più grande di sempre

Rinascere a nuova vita

Oggi ti voglio parlare della sfida che, ad ora, credo sia stata la più impegnativa che mai mi sia trovata ad affrontare: rinascere a nuova vita.

Lasciare tutte le mie certezze per addentrarmi nell’ignoto, laddove, fino a quel momento, i miei presunti limiti avevano tracciato un netto, invalicabile confine.

Affrontando il mio percorso di crescita personale, a un tratto mi sono trovata davanti a un muro: il cambiamento.
Quello vero e totale che mi spingeva verso ciò che non conoscevo.

La paura dell’ignoto mi stava paralizzando e non riuscivo a passare da quella porta.
Continuavo a voltarmi e guardare indietro dove trovavo tutte le mie sicurezze. Le stesse che mi tenevo strette perché familiari, ma che tanto mi avevano fatto soffrire.

Ma c’era qualcosa che non mi convinceva più e che cominciava ad apparirmi stonato.
Finché mi sono voltata per un’ultima volta e ho visto

Ho visto quel passato che mi teneva in pugno e che mi richiamava a lui.
E ho sentito. Sentito che non faceva più per me.

Così ho aperto gli occhi per bene: era tutto un inganno!
Diceva che lì sarei stata al sicuro, ma quelle erano solo false promesse.

E no caro vecchio amico, stavolta non mi freghi! Quanto scommetti che ce la faccio senza di te?

Ora avevo capito che quella non ero io, ma la persona che la mia paura voleva farmi credere di essere.
Era ora di cambiare, adesso avevo deciso che avrei ritrovato me stessa.

I limiti non sono reali e la paura è un’illusione: vedere per rinascere e ritrovare se stessi

ritrovare se stessi

Scopri le mie risorse gratuite

Newsletter, ma non solo!
Ti offro subito il mio supporto gratuito con risposte esaurienti a tuoi commenti e alle tue mail, ma anche una settimana di Coaching gratis con me

E’ stato come fare un salto. Se salti non torni più indietro.
È solo la decisione di prendere il coraggio a quattro mani e staccare i piedi da terra.
Poi scopri che basta aprire le braccia, e spalancare il cuore per volare, finalmente libero, o libera di goderti il volo.
Come puoi non divertirti quando voli? Come puoi non prenderci gusto?

Se fai quel passo non c’è più nulla che ti possa fare paura e capisci che puoi andare oltre.
Capisci che i limiti non sono reali, ma solo l’illusione con cui le tue sicurezze ti tendono la mano e ti implorano di non abbandonarle.

Migliaia di vocine che ti chiamano mentre la paura, con quello sguardo tanto familiare quanto beffardo, ti suggerisce di stare dove sei. Che lì sarai al sicuro, che almeno sai già cosa succederà e sei tranquillo, o tranquilla.

Poi però la guardi, dritta negli occhi, e capisci che lei non è che l’immagine di se stessa, terrorizzata!, perché senza di te scomparirà. Così, pur di tenerti con se, ti inganna.

Allora la comprendi e, con dolcezza, la saluti.
Ti giri e comincia a farsi largo la voglia di andare più in là, di superare i tuoi limiti, perché ora sai che è possibile.

E rinascere a nuova vita ritrovando se stessi diventa realtà

Sfidarsi scommettendo con se stessi per rinascere a nuova vita

rinascere a nuova vita-sfida

La sfida nasce quando decidi di lasciare le tue certezze e credi profondamente di poterlo fare.

Quando decidi di guardare il tuo vero potenziale e sai che puoi vincere perché riconosci che quel limite ce l’hai messo tu ed è solo temporaneo. È lì solo perché ancora non sei andato, o andata oltre.

A quel punto non ti ferma più niente e nessuno, ti sale l’entusiasmo e cominci a divertirti e a dare tutto.
Convinzione e determinazione diventano un sottofondo costante. Ti senti forte e ci metti tutta l’energia di cui sei capace. Sei sicuro, o sicura che vincerai perché, con vera umiltà, ammetti a te stesso, o te stessa che tu puoi farlo.

E sai quante volte mi sono tremate le gambe per la paura di non riuscire?
Già, perché se non conosci dove ti muovi, mica lo sai quello che succederà!

Ma mi sono detta, col cavolo! Quanto scommetti che ce la faccio invece? E, caparbia, sono ripartita più forte che mai, passando da quella porta 😉

Tornare bambini per scoprire e giocare a stupirsi di una nuova, vecchia vita

bambino stupore

Sì, la sfida è una vera scommessa con te stesso, o te stessa.
Se ti sfidi torni quel bambino che ancora non conosce la paura e si diverte a giocare scoprendo le cose più strane. Quel bambino che osa e che sorride stupefatto e divertito per la scoperta di qualcosa di nuovo.
E quando fai così prima o poi ci riesci perché le tue possibilità aumentano a dismisura.

Forse sarà domani, forse tra un anno o forse il giorno del mai, ma tu ce l’hai fatta comunque perché non hai mai smesso di crederci.
E col cavolo che la perdi la scommessa! 😀

Se davvero vuoi fare come me, se vuoi rinascere a nuova vita, impara a lasciare le certezze alle tue spalle, guarda bene quel limite e guarda bene dentro di te.
Tu ce l’hai messo e tu puoi spostarlo dove ti pare e piace.

Guardalo e parla con lui: io ti ho messo e io ti sposto, col cavolo che ti lascio dove sei. Scommettiamo che ci riesco?
Ricorda che la paura esiste solo finché tu glielo permetti.

Sfida te stesso, o te stessa passa da quella porta e vai avanti ogni giorno per diventare più forte di ogni problema e finalmente ritrovare la felicità 😉

Ti piace quello che scrivo?

Iscriviti GRATIS alla mia newsletter!

Condivido molti temi tratti da spunti di vita quotidiana e non solo.
Riceverai consigli e risorse utili e ogni novità per la tua crescita personale.
Comincia fin da ora, scopri chi sei e prendi in mano la tua vita!

Get Free Email Updates!

LASCIA IL TUO CONTATTO QUI SOTTO

Accetto il trattamento dei miei dati secondo le vigenti norme sulla privacy Privacy Policy

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè pagina delle nostre e-mail

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, mi sono avvicinata alla crescita personale nel 2007. Da allora è cominciato quel percorso che mi ha permesso di rinascere scoprendo davvero chi sono e diventando più forte di ogni problema. Dal 2017 metto a disposizione la strada che ho percorso per prima a chi si affiderà a me come Mental Coach, anche grazie al particolarissimo ambiente del rifugio. Qualcuno mi definisce come architetto dell'anima. Concordo...
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments