Star bene con gli altri: come riuscirci stando bene con se stessi

Star bene con gli altri

Star bene con gli altri è ovviamente necessario per poter vivere bene, visto che con gli altri avremo sempre a che fare 😉

Ma imparare a stare bene con gli altri significa anche imparare a stare bene con se stessi.

Come scoprirai leggendo questo articolo, le due cose sono inseparabili.

E questo è un ottimo motivo per imparare a relazionarsi con gli altri in modo sano e costruttivo.

Ma perché stare bene con gli altri è così difficile a volte?

Cominciamo da qui 🙂

 

Quando non si sta bene con se stessi e il problema sono sempre gli altri (sembra…)

ragazza offesa nei confronti del ragazzo sullo sfondo

Il problema più grande è che quando non stiamo bene con noi stessi, ci chiediamo come stare meglio e pensiamo di trovare negli altri la soluzione al nostro malessere.

A volte ne siamo coscienti, molte più spesso no.

Così ci sembra di stare bene con loro finché tutto va come deve, ma basta poco che relazioni che sembravano perfette cominciano a non soddisfarci più come prima.

E il problema saranno sempre gli altri.

Che sono cambiati, che si comportano male, che fanno o dicono cose che non dovrebbero.

Mai vissuto qualcosa del genere?

Già, ma quando accade il problema non è quello che sembra.

Non sono gli altri, ma le nostre pretese.

Quelle che nascono quando cerchiamo in loro quello che ci manca per stare bene.

Le pretese ci portano a concentrarci completamente su noi stessi e chiuderci nel nostro egoismo.

Accorgersi del proprio egoismo non è sempre così semplice, soprattutto quando le pretese sembrano pretese ovvie e giuste, cose che tutti pretenderebbero insomma.

Il problema non è l’oggetto della pretesa, ma il fatto di pretenderlo.

Proprio per questo voglio proporti questo test che ti permetterà di scoprire se sei una persona egoista, anche se non lo avresti mai pensato.

 

Quando abbiamo una pretesa non vediamo altro che ciò che pretendiamo e ci perdiamo tutto il resto.

È così che le pretese ci impediscono di vivere pienamente le persone e la relazione stessa con tutto il buono che ci sta offrendo e non riusciamo a vedere.

E questo finisce per svuotare di senso ogni relazione e rapporto con gli altri.

Già, ma non c’è solo questo…

 

Star bene con gli altri: star bene con se stessi conta, e anche un bel po’

star bene con gli altri-ragazza sorridente affacciata dal finestrino dell'auto sta bene col ragazzo con lei

Pur di soddisfare le nostre pretese è facile ritrovarci ad assecondare gli altri e diventare le persone che loro vogliono.

Questo vuol dire usare gli altri invece di amarli finendo per sentirci usati anche noi.

E dubito che potresti stare bene con chi sta con te soltanto perché “gli servi” 😉

Non solo però, tutto questo porta ad allontanarsi sempre più da se stessi fino a perdersi.

Eppure essere se stessi è essenziale per poter ispirare fiducia negli altri.

E una relazione in cui non c’è fiducia…

Insomma, nessuno potrà mai stare bene con gli altri senza essere veramente se stesso.

Ma esserlo è anche fondamentale per poter stare bene con se stessi.

Ecco perché, più ci allontaniamo e ci dimentichiamo di noi, più stiamo male e alimentiamo il bisogno di ricevere dagli altri quello che ci serve. E così le nostre pretese.

Pretendiamo di avere ragione, che gli altri ci rispettino, che ci ascoltino, che ci amino!

Che ridano e si emozionino quando e come vogliamo, che ci approvino e ci apprezzino.

La lista potrebbe continuare all’infinito, ma alla fine il punto è sempre lo stesso: pretendiamo che ci rendano felici.

Ma cercare negli altri la soddisfazione del proprio benessere porta in una pericolosa trappola fatta solo di pretese, bisogno e paura.

Una trappola che poco a poco ci allontana sempre più da noi stessi, mentre logora le nostre relazioni fino a distruggerle.

In questo video Giacomo ti spiega molto bene cosa accade.

 

Questo video è tratto da uno dei nostri programmi della nostra Scuola di Indipendenza Emotiva.
Se ti interessa scoprire (gratis e senza fregature) come lavoriamo, partecipa a questo corso gratuito ⇒

 

Quando è così, è un attimo sentirci insoddisfatti delle nostre relazioni.

E forse le conseguenze le conosci bene anche tu 😉

Insomma, se stai male con te, cercare fuori la soluzione non farà che peggiorare le cose.

Ecco perché il solo modo per stare davvero bene con gli altri è stare bene con se stessi.

Ma questo è possibile ad una sola condizione…

 

Stare bene con se stessi e con gli altri: cosa significa davvero

Stare bene con gli altri-Ragazza che cammina in equilibri su un binario

Stare bene con se stessi e con gli altri significa equilibrio.

Quell’equilibrio in cui ti ami, ti rispetti e ti prendi cura di te mentre ami, rispetti e ti prendi cura degli altri desiderando il meglio per loro.

E per riuscire a farlo c’è solo una strada. Indovina? 😀

Già, eliminare ogni pretesa.

Farlo significa soddisfare da sé quei bisogni che sono alla base delle proprie pretese imparando ad essere padroni di se stessi.

Soprattutto però, vuol dire anche rendersi conto che nessuno può rendere felici gli altri.

Ma alla tua felicità ci puoi pensare solo tu.

E c’è poco da fare, dietro a qualsiasi pretesa c’è sempre e solo una cosa: tutti vogliamo essere felici.

E quando parlo di felicità intendo serenità, benessere, emozioni positive insomma.

Così, imparare a essere felici con se stessi vuol dire imparare a bastare a se stessi.

Quando non ti manca nulla, allora sì che puoi lasciare andare ogni pretesa e stare bene con gli altri!

Puoi essere chi sei senza bisogno di assecondarli, ma rispettando te mentre rispetti tutti.

Amare se stessi, questa è la strada per un perfetto equilibrio.

Quell’equilibrio in cui si riesce a stare bene tanto da soli quanto in compagnia.

E quando c’è equilibrio, le relazioni smettono di essere quel luogo in cui soddisfare tutte le proprie pretese.

Diventano invece il luogo in cui portare se stessi e condividere tutto il buono di sé, e intanto cogliere ed accogliere tutto il buono che gli altri possono offrire.

E offrire se stessi agli altri amando e dando il meglio di sé, è ciò che riempie di senso ogni relazione dando un senso profondo alla vita stessa in quel momento.

Ciò che permette di stare bene con gli altri, profondamente bene! E intanto stare bene profondamente bene anche con se stessi.

Scopri come stai vivendo le tue relazioni. Puoi farlo con questo test gratuito.

 

Equilibrio, ricorda questa parola allora.
E adesso ti spiego come fare a costruirlo imparando come stare bene con gli altri 🙂

 

Come stare bene con gli altri: 10 regole per vivere e star bene con tutti

Come stare bene con gli altri-mani aperte dieci dita

Quelli che voglio mostrarti ora sono 10 passi pratici per imparare a star bene con gli altri stando bene con te.

Regole per vivere bene che ti permetteranno di creare relazioni davvero sane ed appaganti con tutti.

Non per niente le potresti anche considerare come le 10 regole dell’amicizia 😀

Te le elenco brevemente, poi te le spiego una alla volta per aiutarti a comprenderle e applicarle al meglio.

Eccole:

  • Accettarsi per stare bene con se stessi e con gli altri
  • Essere se stessi
  • Non giudicare, ma capire
  • Accettare gli altri
  • Rispettare gli altri rispettando se stessi
  • Fiducia incondizionata per credere nelle persone
  • Comprendere gli altri
  • Ascoltare con sincero interesse
  • Amare: la regola aurea per stare bene con gli altri

 

Avanti allora, vediamole una per una 😀

 

1. Accettarsi per star bene con se stessi e con gli altri

Stare bene con gli altri e con se stessi-ragazza sorridente fa segno ok con la mano

E già, non ti sorprenderà, dopo quello che abbiamo visto fin qui 😉

La prima cosa per poter stare bene con gli altri è proprio stare bene con se stessi.

Per farlo, imparare ad accettarsi è un passo fondamentale.

O finiremo per cercare di essere chi gli altri vogliono.
Per ottenere la loro approvazione o il loro giudizio positivo, per poter credere di andare bene come persone e di essere ok.

Ne abbiamo parlato.

Per accettarsi davvero è necessario imparare a non giudicare eliminando così ogni giudizio su di sé

E questo inizia dal conoscere se stessi.

 

È solo così che possiamo imparare a vederci per ciò che siamo davvero al di là di ogni giudizio.

Solo così che potremo vedere il nostro valore e scoprire il potenziale che ci appartiene. Trovare in noi tutte le risorse necessarie per affrontare la vita, crescere e, soprattutto, per essere felici.

E conoscere se stessi è anche l’unico modo per poter davvero capire gli altri. Fondamentale per poter star bene con loro 😉

Per conoscersi e ritrovare se stessi, è necessario imparare a pensare a se stessi in modo nuovo.

Non con egoismo e dimenticandosi degli altri come alcuni pensano. Tutt’altro!

È potentissimo conoscere se stessi attraverso gli altri e il proprio modo di relazionarsi a loro.
E le relazioni sono fondamentali per questo 😉

Ti parlo invece di prendersi del tempo per se stessi per riflettere su se stessi, imparare ad amarsi e costruire con se stessi la relazione con la persona più importante.

Quella che saprà darci ciò che davvero ci serve per stare bene, senza bisogno di cambiare per ottenerlo.

E questo è il solo modo per poter rispettare se stessi e così poter rispettare gli altri.

Equilibrio, ricordi? 😉

 

2. Essere se stessi

ragazza originale di colore che sorride e mostra se stessa

Essere se stessi, ecco la seconda regola per stare bene con gli altri.

È questo che fa sentire ricchi ed appagati per aver dato un senso alla propria presenza nella relazione.

Per averla arricchita di qualcosa di unico che solo noi possiamo dare.

Eh, chi altro potrebbe condividere ciò che siamo gli unici ad essere? 😀

E non credere, nessuna maschera potrà mai farlo!

Quando sembrerà così, in fondo lo sentiremo di non essere veri.
E non esserlo con gli altri inganna loro, ma inganna prima di tutto noi stessi.

Non solo, ma essere se stessi vuol dire anche mostrare agli altri chi siamo veramente e permettere loro di conoscerci davvero.

Questo vuol dire essere integri e coerenti per poter così ispirare fiducia e ottenerla a nostra volta.

Sì, anche quando per farlo sarà necessario imparare a dire di no quando è no e sì quando è sì 😉

La fiducia è un elemento essenziale per stare bene con gli altri e far star bene gli altri con noi.

E il motivo te lo spiega bene Giacomo in questo video.

Scopri la Masterclass di indipendenza Emotiva  ⇒

 

3. Non giudicare, ma capire

Ragazzo attento a capire la persona con cui parla

Per star bene con gli altri li devi capire.

E se giudichi non puoi vedere davvero!

Giudicare è come mettere un’etichetta su un contenitore senza guardare al suo interno cosa c’è.

Come potresti capire e comprendere gli altri se nemmeno li vedi?

Non solo, ma a nessuno piacerebbe essere giudicato e sono sicura che non piace nemmeno a te 😉

Così ovvio che non potrai stare bene con gli altri se li giudichi.

Giudicare gli altri sicuramente li porterà a chiudersi, difendersi, dare il loro peggio in quella relazione in cui ci sei anche tu.

Poi ricorda anche questo: giudicare diventa un atteggiamento, un modo di vivere.

Ecco perché se impari a giudicare, poi giudicherai tutto e tutti finendo per giudicare anche te.

E se lo fai hai già visto cosa succede. Non ti accetti e finisci per non stare bene con te.

Insomma, tutto da rifare.

Se invece osservi e ascolti gli altri con la pura intenzione di capire, allora li puoi comprendere.

Quando lo fai con empatia, quando ti metti davvero nei loro panni, allora capisci che in fondo, tutti ridono e piangono proprio come ridi e piangi tu e che gli altri non sono poi diversi da te.

E quando te ne accorgi, allora sì, li puoi accettare 🙂

Prossima regola…

 

4. Accettare gli altri

Ragazzo che prende la mano di una ragazza

Accettare gli altri è essenziale per poter stare bene con loro.

Come potresti stare bene con chi rifiuti e desideri solo allontanare?

Per accettare gli altri però, devi necessariamente conoscere e accettare te prima di tutto.

Quando impari a farlo ti accorgi che come tu hai le tue regole, la tua visione, motivazioni e priorità che ti guidano, ogni persona ha le sue.

E va benissimo così, perché quando poi impari a capire e comprendere gli altri, capisci che in fondo dal loro punto di vista hanno motivazioni tanto valide quanto le tue dal tuo.

Quando inizi a vedere in questo modo puoi lasciare andare le tue pretese nei loro confronti e concentrarti invece su tutto il buono che la loro diversità e un nuovo punto di vista ti possono offrire.

Allora sì che gli altri smettono di essere un pericolo a cui fare la guerra per diventare un invece un tesoro da cui attingere per arricchirti sempre più 😀

E stare con loro diventa un’opportunità.

 

5. Rispettare gli altri rispettando se stessi

Persone che si rispettano e stanno bene insieme

Accettare gli altri è la base per poterli rispettare, le due cose sono strettamente collegate.

Se li accetti davvero togliendo ogni giudizio, la loro diversità diventerà preziosa per te.

Allora li vorrai rispettare concedendo loro la libertà di essere chi sono, quella di pensare, decidere e agire per come loro ritengono più giusto e senza cercare di cambiarli.

Lo vorrai perché sai che sarà per te un’opportunità. E questo cambia molto le cose 😉

Non solo, ma comprendo l’opportunità che gli altri rappresentano per te, desidererai che migliorino e crescano per come sono.
Che seguano la loro strada, anche quando diversa dalla tua.

Naturalmente questo non vuol dire subire i loro comportamenti.
Significa invece rispettare anche se stessi mettendo sani confini laddove il comportamento degli altri potrebbe danneggiarci.

Ricorda che senza vero rispetto per se stessi è impossibile avere vero rispetto per gli altri.

In qualche modo cercheremo sempre di cambiarli per proteggerci da loro od ottenere quello che da soli non ci diamo.

 

6. Fiducia incondizionata per credere nelle persone

bimba che impara a camminare con la mamma

Per stare bene con gli altri devi credere nelle persone.

Avere in loro fiducia incondizionata ci permette di aprirci.

Questo permetterà agli altri di fare lo stesso con noi e così creare relazioni in cui star bene veramente.

Per poter avere una vera e incondizionata fiducia negli altri però, è necessario distinguere le persone dalle loro azioni.

Ogni azione, per quanto negativa possa essere, è sempre guidata da paura, debolezza, ignoranza o inconsapevolezza.

Le azioni non sono le persone! E le persone possono cambiare in ogni istante.
E così le loro azioni.

Non sai quando e se succederà, ma puoi credere che loro potranno sempre farlo e aiutarle a diventare più forti proprio come vorresti che gli altri facessero con te.

Ecco come difendersi dalle persone cattive: imparare a comprendere davvero le motivazioni che le muovono ad agire.
E allora difendersi dalle azioni anziché dalle persone 🙂

Questo vuol dire mettere sani confini ma continuando ad amarle e credere in loro, restando aperti e disponibili ad accoglierle quando dovessero cambiare.

Ma per credere nelle persone devi comprenderle davvero e questo te lo spiego bene nella prossima regola 🙂

 

7. Comprendere gli altri

Due persone che si impegnano a comprendersi

Comprendere gli altri è fondamentale per poterli conoscere al di là delle apparenze e poter avere una visione più sana e obiettiva di chi sono davvero.

Questo è ciò che permette di entrare in connessione profonda con gli altri rendendo profonda e vera la relazione con loro.

Comprendere davvero significa sapersi mettere nei panni dell’altro.

Vedere e sentire come vedrebbe e sentirebbe lui. Con le sue regole, le sue paure e debolezze, il suo vissuto alle spalle e le sue più profonde aspirazioni.

Una persona empatica può rispettare l’altro e rispettare anche i suoi limiti con comprensione e sensibilità.

E anche questo è portare il meglio di sé nella relazione dandole un senso compiuto ai propri occhi 🙂

Ma per poter davvero comprendere l’altro è importantissimo imparare ad ascoltare e osservare l’altro con sincero interesse e senza alcun giudizio.

 

8. Ascoltare con sincero interesse

ragazza attenta e interessata ad ascoltare il suo interlocutore

Ogni volta che l’altro parla ci sta offrendo un pezzetto del suo mondo e l’opportunità di entrare in connessione con lui.

E così, interessarci a quello che dice è un segnale forte che gli diamo di quanto lo riteniamo importante e ci importa di lui

Ascoltare con sincero interesse è proprio questo.
Vuol dire avere il sincero desiderio di capire e capire l’altro mettendo da parte ogni giudizio.

Ora prova a invertire le parti, come ti senti quando gli altri ti ascoltano con sincero interesse?

Già, sentirsi ascoltati fa sentire accettati, accolti, considerati.

Ci porta a vedere nell’altro un amico, una persona con cui sentirci al sicuro e non qualcuno che vorrebbe danneggiarci o prendersi qualcosa da noi.

Ascoltare davvero è molto potente quando si tratta di stare bene con gli altri perché porta gli altri a fidarsi di noi.

In questo non sottovalutare il ruolo del silenzio.

Imparare a fare silenzio sarà prezioso per imparare ad ascoltare davvero, ma lo sarà anche imparare ad ascoltare i silenzi degli altri.

Proprio per questo saper creare una comunicazione empatica con gli altri potrà aiutarti molto 🙂

Saper ascoltare però, può richiedere anche una buona dose di pazienza.

Pazienza, già, altro aspetto importantissimo per stare bene con gli altri. Per mille motivi…

 

9. Imparare la pazienza

insegnate che insegna con pazienza ai suoi piccoli alunni

Avere pazienza significa concedere all’altro la libertà di fare il suo percorso nei tempi di cui ha bisogno. Senza insistere né forzare.

Questo vuol dire imparare ad aspettare mettendo da parte le nostre pretese e imparando ad alzare i nostri limiti.

La pazienza fa sentire agli altri che rispettiamo i loro tempi e vogliamo solo il loro bene.

E quando gli altri si sentono considerati, rispettati, amati da noi, molto probabilmente si sapranno aprire a loro volta e fare lo stesso con noi.

Quale presupposto migliore per poter stare bene con gli altri? 😀

E a proposito di amore, è arrivato il momento di mostrarti l’ultima regola., quella più importante di tutte.

La regola di tutte le regole per imparare davvero come stare bene con gli altri.

 

10. Amare: la regola aurea per stare bene con gli altri

tanti ragazzi che esprimono amore con gesti diversi delle mani

Se osservi bene, le regole che ti ho appena mostrato per stare bene con gli altri, ma anche tutto quello che ti ho detto fin qui, in fondo non sono che modi per amare.

E amare significa anche molto di più.

Potrebbe voler dire, ascoltare davvero, comprendere, dare fiducia, rispettare, accettare, considerare, apprezzare e tutto quello che ti ho già detto fin qui.

Ma potrebbe anche vuol dire aiutare gli altri, essere disponibili ed esserci per loro, condividere il meglio di sé e la propria felicità, imparare a perdonare i loro sbagli, desiderare il loro bene e la loro felicità.

Potrei continuare.

E quelle che ti ho elencato qui e nel resto di questa pagina, non sono altro che quelle cose che, a pensarci bene, tutti noi vorremmo ricevere.

Infatti amare significa proprio questo: dare quello che vorresti ricevere.

Dare quello che ti farebbe bene e sarebbe davvero la cosa migliore per te. Per farti crescere, migliorare, diventare più forte e felice.

Ma farlo senza pretendere nulla, donando tutto questo in modo completamente gratuito e incondizionato.

E tu sai amare? Scoprilo con questo test, l’ultimo che ti propongo oggi 🙂

 

Ma è possibile dare tutto ciò senza pretendere nulla in cambio?

.

È possibile perché amare è l’unica cosa che rende veramente e profondamente felici.

Non c’è altro che possa farlo e tutto il resto sarà solo un’effimera illusione che non durerà.

E quando ami veramente, quando offri vero amore incondizionato, ti rendi conto di quello che significa davvero e ti accorgi che stai bene. Così bene da non aver bisogno di nient’altro.

Ma devi amare davvero, ecco perché ho scritto una guida con passi concreti ed efficaci per imparare ad amare 😀

E ricorda bene una cosa, amare significa amare tutto e tutti perché se ami solo qualcuno, in realtà non stai amando affatto.

Questo significa che se ami davvero devi amare anche te, desiderare il tuo bene e la tua felicità.

Dare a te quello che vorresti ricevere, che ti farà crescere, migliorare e diventare più forte ogni giorno.

E come vedi il cerchio si chiude. Amare significa anche poter stare bene con se stessi 🙂

Già, ma amare è più di tutto una tua decisione.

Che significa questo?

 

Scegliere di amare per star bene con gli altri stando bene con se stessi

gruppo di amici entusiasti

Quando scegli di amare, lo fai perché hai deciso di volerlo fare, di amare per il puro gusto di amare e senza aspettarti nulla.

Nemmeno di essere felice.

Succederà, ma sarà solo l’effetto collaterale dall’aver amato.

Se decidi di amare perché ti rendi conto di quanto sia davvero la cosa giusta da fare, mentre ami cade ogni tua pretesa.

E ricorda che le pretese sono il veleno di ogni relazione.

Senza pretese stai bene con te e stai bene con tutti.

Amare è una scelta che vince ogni paura mentre tu sei pienamente felice.

E visto che tutti desiderano essere amati, questo farà stare bene anche gli altri mentre tu stai bene con loro e con te.

Insomma, ora credo che avrai capito come stare bene con gli altri.

Ma per sicurezza te lo ripeto un’ultima volta.

AMA, il segreto è tutto qui 🙂

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, nel 2007 mi sono avvicinata alla crescita personale e ho capito che lì avrei trovato soluzione alla mia infelicità. È stato nel 2017 però che approdata su diventarefelici.it, con la Scuola di Indipendenza Emotiva è cominciato quel percorso di vera rinascita in cui ho scoperto chi sono davvero e ritrovato la voglia di vivere ogni cosa con entusiasmo. Da allora come Mental Coach collaboro attivamente con la Scuola. Desidero profondamente aiutare tutti a percorrere la strada che ho percorso per prima. Perché tutti possono arrivare dove sono arrivata io!
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments