Stare bene con se stessi imparando a conoscersi e amarsi davvero

Stare bene con se stessi

Cosa vuol dire stare bene con se stessi?

Beh, significa certamente stare bene da soli, ma vuol dire anche poter star bene con gli altri. Veramente bene!

Significa costruire con loro relazioni equilibrate e appaganti.

Relazioni in cui condividere il proprio benessere nel rispetto di ognuno, a partire da se stessi.

Insomma, quando stai bene con te stai bene con tutti.

E quando non sarà così, negli altri cercherai quel benessere che altrimenti non hai.

Mai visto qualcosa del genere? 😉

Ma andando avanti le relazioni si logorano, e soprattutto il rapporto che hai con te.

Quando accade si innesca un circolo vizioso.

E un malessere psicologico doloroso e profondo che rende impossibile convivere con se stessi.

L’ho sperimentato personalmente e ti assicuro che nessuno lo vorrebbe provare.

Ecco perché voglio mostrarti come stare bene con se stessi!

Vediamo cosa troverai in questa guida allora:

 

Pronto? Pronta?

Cominciamo! 😀

 

Perché è difficile sentirsi bene con se stessi?

Sentirsi bene con se stessi-ragazzo sconsolato seduto sul letto

Se non stai bene con te c’è solo un motivo: non ti piaci.

Esatto, non ti accetti e così non ti piace stare con te.

Magari non ti piace ciò che sei, come guardi la vita o come la affronti.

Potresti pretendere molto da te, giudicarti male e trattarti peggio.

O a non piacerti potrebbero essere le tue insicurezze e hai paura a stare con te.

Oppure semplicemente non stai bene e non capisci perché.

Ma se guardi davvero a fondo, dietro al tuo malessere non vedrai altro che questo: non ti piaci e non ti vai bene come sei.

E questo è un gran bel problema.

 

Quando non vai bene tutto perde senso

Donna sul divano con lo sguardo perso e infelice

Quando non ti piaci finisci per pensare di essere inutile, di non avere alcun valore.

E questo vuol dire pensare di non avere un senso.
Che la tua vita non ne ha!

Esattamente lo stesso che penseresti di un oggetto da buttare.

Perché, dai, che senso ha la vita se non vali niente e non sei utile a nulla né a nessuno?

E vivere una vita senza un senso è come non esistere.
Nessuno può sopportarlo!

Come si fa a stare bene con se stessi così?!

Allora per andare avanti cerchi qualcosa che ti faccia sentire di averlo questo senso, qualcosa che ti dimostri che vai bene e sei qui per qualcosa.

E dove lo cerchi questo qualcosa?

Negli altri, visto che in te non lo vedi.

Già, ma non è tutto qui.

 

Se non ti piaci non ti ami (e non stai bene con te)

Stare bene con se stessi psicologia-donna che soffre chinata con le mani sulla testa

Ecco un altro problema: chi non si piace, non si ama.

E come è noto in psicologia, se c’è una cosa di cui ogni essere umano non può proprio fare a meno, questa cosa è proprio l’amore.

Così chi non ama se stesso, cercherà negli altri quell’amore che non ha.

E lo sai cosa significa questo?

Che non darà a se stesso ciò che gli serve per essere felice, visto che amare se stessi significa anche prendersi cura di sé e della propria felicità.

E chi dovrà farlo al posto suo?

Gli altri, sempre loro.

E quando è così, gli altri dovranno dargli sicurezza, forza, importanza, emozioni positive!

Ah le emozioni!

E in loro cercherà anche tutte quelle conferme che altrimenti non ha.

C’è poco da fare, quando non si riesce a bastarsi da soli gli altri finiscono al primo posto e ci si dimentica di sé.

 

Stare con gli altri fino a perdersi e stare male

Uomo che si perde nella nebbia

Normale cercare la compagnia degli altri quando non si riesce a star bene con se stessi.

Dopotutto sono loro gli unici che, pensiamo, potranno darci quello che ci serve per sentirci felici.

Eh, peccato che non possiamo controllare quello che faranno e penseranno di noi.

Così iniziamo ad assecondarli, a cambiare ciò che siamo e pensiamo per essere e pensare ciò che più ci darà la sicurezza di ottenerlo.

Poco a poco diventiamo le persone che loro vogliono e non quelle che davvero siamo e vorremmo essere.

Come dice bene una frase sull’amare se stessi…

“Se vivi pere piacere agli altri saranno tutti felici tranne te”

 

È così che ci si allontana sempre più da chi si è davvero. Così che si dimentica di sé fino perdere se stessi.

Lo sguardo rivolto fuori, sempre più lontano a cercare approvazione e apprezzamento. Qualsiasi segnale che faccia sentire di essere amati, importanti, di essere utili a qualcuno.

Ed ecco che il giudizio degli altri acquista un potere di vita o di morte su di noi.

Un circolo vizioso che porta a perdere fiducia in se stessi e la consapevolezza del proprio valore, a pensare di non andare bene così.

E se ti senti in questo modo voglio subito proporti un test fondamentale.

 

Si può arrivare a disprezzarsi fino a odiare se stessi e stare sempre più male.
E questa non può essere la strada per star bene ed essere felici con se stessi.

In fondo lo sai bene anche tu: nessuno ti farà stare bene veramente se prima non stai bene con te.

Lo senti dentro, anche se lotti per nasconderti da quel mal d’essere profondo che hai.

Nessuno può rendere felici gli altri.
Nessuno può darti quello che ti serve davvero e a tutto questo ci puoi pensare solo tu.

E lo dice anche una frase sullo star bene con se stessi che ho trovato sul web.

“La felicità nasce dentro di te, non accanto a qualcuno”

 

Cercare fuori la felicità vuol dire non riuscire ad amare e usare gli altri pensando di amarli.

Significa sentirsi usati da chi si prende ciò che vuole da noi che diventiamo chi non siamo per assicurarci il loro amore.

Ma come potrai mai stare bene con te se la persona con cui stai non sei tu?

 

Chi sta bene con se stesso sta bene con gli altri: rispetto e libertà

Stare bene con gli altri-tre ragazze abbracciate e felici in compagnia

Chi sta bene con se stesso scopre cos’è la libertà e con lei il rispetto verso se stessi e verso l’altro.

Ma scopre anche la bellezza di stare da soli dimenticando finalmente la sofferenza di chi sente di esserlo.

E sono due cose completamente diverse!

Stare da soli è vivere il tempo in compagnia di se stessi, sentirsi soli è sentirsi isolati, persi in un angosciante senso di vuoto senza niente né nessuno.

Insomma, un gran bel cambiamento 🙂

Già, ma in tutto questo c’è qualcosa a cui prestare attenzione.

Seguimi…

 

Vivere bene con se stessi e star bene con gli altri: due facce della stessa medaglia

vivere bene con se stessi-tanti amici che si danno un cinque

Vivere bene con se stessi vuol dire certamente star bene da soli.

Ottimo, ma si può arrivare a preferire la propria compagnia tanto da evitare quella degli altri?

In realtà chi sta bene con se stesso sa stare da solo, ma non cerca di stare “soltanto” da solo.

Molti, dicono, hanno imparato a sentirsi bene con se stessi, a non lasciarsi più ferire, condizionare, né manipolare da nessuno.

Vivono così bene con se stessi, che preferiscono evitare qualsiasi altra compagnia.

Hanno imparato davvero?

La verità è che chi sa stare bene con se stesso, sa stare bene con tutti.
Veramente bene!

Chi non sa stare con gli altri invece, si isola per paura che possano in qualche modo ferirlo o danneggiarlo.

In fondo pensa che gli altri non gli daranno quello di cui ha bisogno per stare bene o che potrebbero togliergli quello che ha.

E così confonde la solitudine con l’isolamento senza accorgersi di quanto siano profondamente diversi tra loro.

Solitudine e amore viaggiano allo stesso passo, mentre l’isolamento si nutre solo di paura.

La vuoi la verità?

Quando impari ad amarti, a volerti bene per davvero, non hai bisogno di niente e nessuno può toglierti nulla, perché ciò che hai e ciò che sei dipende solo da te.

Sei tu che in ogni istante ti puoi dare ciò di cui hai bisogno, tu che ti puoi prendere cura di te senza pretendere nulla da nessuno.

E questa è anche la chiave per rispettare se stessi, altro aspetto fondamentale di chi sa stare bene con sé.

 

Rispettarsi per rispettare gli altri: essere liberi per offrire libertà

rispettare se stessi e gli altri-due avversari sportivi che si stringono la mano

Stare bene con se stessi vuol dire rispettare se stessi quanto gli altri.

Sono due cose inseparabili!

Avere rispetto di se stessi significa stimare e considerare se stessi abbastanza da concedersi la libertà di esserlo.

Vuol dire sentirsi liberi di agire, scegliere, pensare. Liberi di Vivere, per ciò che si è davvero.

Così, per rispettarti, non puoi aver bisogno che siano gli altri a darti quello che ti serve.
Essere indipendente è il solo modo per poterti dare la libertà di essere chi sei invece di chi loro vorrebbero che fossi.

E questa è anche la chiave per il rispetto verso gli altri.

Quando rispetti te infatti, puoi vedere e accettare gli altri per come sono, senza pretendere di cambiarli per ottenere ciò di cui hai bisogno da loro.

E così ora lo vedi, stare bene con se stessi vuol dire trovare quell’equilibrio interiore che porta a relazionarsi con gli altri in modo sano ed equilibrato.

Relazioni in cui condividere la propria felicità, relazioni in cui amare, crescere e realizzare se stessi donando agli altri la libertà di fare lo stesso.

Lo leggi anche in una delle frasi su come voler bene una persona.

“Il più bel regalo che puoi fare agli altri è la tua felicità”
Esther Hicks

 

Imparare a stare bene con se stessi insomma, è doppiamente importante.

Così ora non mi resta altro che spiegarti come fare 🙂

 

Come stare bene con se stessi: conoscersi per riscoprirsi, imparare ad amare per amarsi

Come stare bene con se stessi-ragazza felice che fa un cuore con le mani

Per imparare a stare bene con se stessi il primo passo è conoscersi e scoprirsi davvero.

Questo vuol dire imparare a vedersi per ciò che si è davvero.
Oltre ad ogni giudizio per imparare ad accettare e amare se stessi.

Lo dice anche una frase sul mio calendario 😉

“Come ti vedono gli altri è relativo.
Come ti vedi tu è essenziale”

 

Ma imparare a “vedersi” vuol dire anche tornare a rivolgere lo sguardo verso sé.

Per ri-conoscere se stessi e ri-trovarsi quando ci si è persi, per costruire con se stessi una nuova e meravigliosa relazione. La più importante in assoluto.

E questo è davvero molto, ma ancora non basta.

Stare bene con se stessi infatti, vuol dire anche tornare a volersi bene e prendersi cura di sé per dare a se stessi tutto quello di cui si ha bisogno.

Amore prima di tutto.

Questo vuol dire imparare ad amare, esattamente come ti spiego nella guida che ho scritto apposta per questo.

Ma adesso entriamo nel dettaglio perché voglio mostrarti come fare tutto questo 😉

 

Conoscere se stessi, il primo passo per stare bene con se stessi

conoscere se stessi-ragazza che si vede riflessa in uno specchio

Conoscere se stessi è il primo, fondamentale passo per imparare ad accettarsi e acquistare una vera consapevolezza di sé.

È solo quando ti vedi davvero che puoi vedere anche il potenziale che hai.

Quel potenziale che puoi sfruttare per iniziare ad accorgerti del tuo valore facendolo emergere sempre più.

 

Per conoscersi e ripartire da sé è fondamentale rimettersi al primo posto cominciando a pensare a se stessi.

Questo significa prendersi del tempo per sé, anche quando significherà saper dire di no.

Un tempo in cui osservare, capire e fare riflessioni su se stessi.

Un tempo in cui imparare ad amarsi e costruire con se stessi la relazione più importante.

Chiamalo sano egoismo se vuoi.
Io preferisco chiamarlo amore di sé 🙂

C’è uno strumento utilissimo per imparare a conoscersi. Lo strumento che non dovrebbe mancare mai mentre passi il tuo tempo con te.

Si chiama diario emotivo e ho scritto una pagina per aiutarti a usarlo nel modo migliore.

A partire dalle tue emozioni, ti permette di risalire ai pensieri più inconsci e profondi, di conoscere le tue priorità, le regole e le motivazioni che ti guidano determinando ogni giorno la tua vita.

Ti aiuta a comprendere i motivi per cui ti giudichi e non ti piaci.

Grazie al diario puoi anche imparare a perdonare e perdonarti comprendendo i tuoi errori ed imparando ad usarli nel modo migliore.

Dopotutto sbagliare è umano, non dimenticarlo.
E sbagliare è anche necessario per crescere, imparare e migliorare se stessi.

È quando inizi a comprendere e capire che smetti anche di giudicare.

Impari a non giudicare neanche te, per cominciare invece ad accettarti e rispettarti per ciò che sei.

Il diario emotivo insomma, è la chiave del proprio mondo interiore.

Permette non solo di conoscersi, ma anche di diventare padroni di sé e tornare a credere in se stessi vedendo tutto il buono e il potenziale che c’è.

Ti rendi conto di quanto sia prezioso?

Inizia a scriverlo allora!

Perché più ti conosci e ti vedi per ciò che sei, più impari a stare bene con te prima e con gli altri poi.

Bene! Ma non ci fermiamo certo qui.

Prossimo passo…

 

Come essere sereni con se stessi imparando ad amare

Come essere sereni con se stessi-ragazzo sorridente con gli occhi chiusi

In psicologia è noto, l’essere umano per stare bene ha bisogno di amore.

E così tu hai bisogno di amore, io ho bisogno di amore e tutti abbiamo bisogno di amore.

Noti che ho detto amore?

Esatto.

Nessuno ha bisogno di essere amato, ma tutti abbiamo bisogno di amore.

È così che se voglio stare bene con me ma non mi amo, vorrò essere amata dagli altri.
Lo stesso che succederà a chiunque non si darà l’amore che gli serve.

Ma darsi amore non è solo amare se stessi, darsi amore vuol dire amare perché quando amo creo amore dentro me.

Succede sempre! 😀

E con questo non ho più bisogno di cercarlo fuori.

Quando capisci cosa significa amare capisci anche che amare è l’unica cosa che rende veramente felici.

Ecco perché saper amare è così importante per poter stare bene con se stessi!
Proprio per questo voglio proporti questo test.

 

Bene, ma per amare non basta capire come amare una persona.
Amare significa amare tutto e la vita stessa.

Vuol dire aprirti per offrire ciò che sei ed accogliere ogni cosa che la vita ti offre.

È questo che rende veramente sereni, felici e pieni di senso.
Questo che fa stare bene e in completa armonia con se stessi.

E così, amare tutto per stare bene con se stessi significa creare la propria felicità.

Ecco cosa puoi fare per riuscirci 🙂

 

Gratitudine: l’arte da apprendere per essere sereni con se stessi

La prima cosa che puoi fare è imparare a esserci.

Questo vuol dire vivere il presente.

Essere presente alla vita per cogliere ed accogliere tutto il buono che c’è ed ogni opportunità che ogni giorno ti offre.

Riconoscenza e gratitudine sono una chiave preziosa per stare sereni con se stessi.

Quando impariamo l’arte della gratitudine infatti, ci rendiamo conto di quanto possiamo essere fortunati ad avere tutto ciò che abbiamo e che, forse, fino ad ora avevamo dato per scontato.

Non dobbiamo fare niente per averlo!

Ed esserne grati ci permette di sentirci bene e in armonia con noi stessi e tutto ciò che ci circonda.

Per iniziare allora, comincia a notare tutte le cose buone e positive che hai, a cercare le opportunità dietro ad ogni problema o sfida della vita, il lato positivo di ogni cosa.

Per imparare a vedere positivo e cogliere le opportunità (anche quando va tutto male), ho scritto una guida ricca di esercizi per allenare il pensiero positivo.

Sono semplici, pratici e concreti e puoi applicarli per cambiare la tua visione delle cose e della vita.

E non dimenticare la calma!

Guarda la natura, vedi forse qualcosa che corre?
Tutto segue un ritmo lento e misurato e la perfezione risplende in ogni cosa.

La calma è l’atteggiamento per vivere e viverti al ritmo naturale delle cose.

Senza calma la vita ti sfugge e tutto il resto insieme a lei.
Difficile cogliere il buono così 😉

E il negativo? Quello c’è?

Sì, ma trovare la felicità imparando ad accogliere il buono significa anche mettersi nelle migliori condizioni per affrontare i problemi e ogni sfida della vita in modo utile e costruttivo.

E anche saper trovare soluzioni vuol dire amare perché vuol dire essere aperti ad accogliere ogni possibilità ed alternativa che la vita ci offre 🙂

 

Entusiasmo: la benzina per vivere bene con se stessi

Ma amare per stare bene con se stessi significa anche vivere mettendo entusiasmo in ogni cosa. Anche la più impegnativa che potresti incontrare.

E la buona notizia è che mettere entusiasmo dipende solo da te 🙂

Già, perché l’entusiasmo non nasce dalle cose, ma, osservati bene, quando lo senti sei tu che mentre le vivi ci metti un certo atteggiamento.

Ci metti cura, dedizione, calma.

La calma, già, di nuovo lei.
Del resto la calma è fondamentale per stare bene con se stessi!

Non solo però, quando provi entusiasmo stai anche mettendo energia, voglia di fare bene e dare il meglio di te.

E non credo di sbagliarmi, perché è questo l’entusiasmo!
E lo puoi creare ogni volta che vuoi 😉

 

Essere se stessi per offrirlo al mondo

Amare poi, è anche esprimere se stessi, esserlo!

Essere se stessi è indispensabile per poter stare bene in propria compagnia.

Questo significa esprimere ciò che pensi e fare ciò che ami, ma è anche molto di più.

Vuol dire darti il permesso di provare le emozioni che provi, concederti di agire, provare e sbagliare.

Il permesso di cadere e rialzarti mille volte continuando a sorridere alla vita e non arrenderti mai.

Sì, perché non c’è niente di male. Tu devi migliorare, crescere, diventare più forte.

E va benissimo così.

Esprimere ciò che sei, vuol dire darti il permesso di vivere davvero una vita che sia la tua e così offrire al mondo ciò che sei.

E anche questo è amare 🙂

Poi c’è un’ultima cosa, amare tutti e amare tutto desiderando il loro bene e la loro felicità.

E soprattutto ricordarti che tra tutto e tutti ci sei anche tu 😉

 

Amare gli altri per amarsi e vivere bene con se stessi

vivere bene con se stessi-coppia e bambina felici che si vogliono bene

Ricordalo bene, non saranno gli altri, non sarà il loro amore a farti trovare la felicità.

Non hai idea di quante persone aiuto proprio perché infelici pur essendo profondamente amate da qualcuno.

Non è l’amore, ma l’amare a renderci felici. Non dimenticarlo 😉

Così il prossimo passo è proprio questo: capire cosa significa voler bene a una persona per imparare a fare lo stesso con te.

Sì, perché quando vuoi bene a qualcuno, è proprio allora che stai bene con lui 😉

E quando ormai si è lontani da sé, bisogna ripartire da se stessi per ritrovarsi e tornare a volersi bene e prendersi cura di sé.

Per aiutarti a farlo, ti propongo un ultimo importantissimo test.

È l’unico creato apposta per scoprire come ti tratti davvero e come prenderti finalmente cura della persona importante che sei 🙂

 

E adesso ti mostro come iniziare a volerti bene per davvero 🙂

 

Cosa fai quando stai bene con qualcuno?

Potresti pensare che quando stai bene con una persona sia lei a farti stare così.

Ma se osservi bene, puoi scoprire che sei sempre tu.
Tu che ti relazioni a lei facendo tutto ciò che abbiamo visto poco fa.

In sostanza stai bene con una persona, ma davvero e profondamente bene, quando ami.

Così per stare bene non devi fare altro che osservare cosa fai con lei.

E fare lo stesso con te.

Vediamo allora, sono certa che non mi sbaglio se dico che quando stai bene con una persona:

  • ci passi del tempo
  • desideri condividere ciò che ami con lei
  • la vuoi conoscere
  • cerchi il buono che ha
  • l’apprezzi per ciò che fa, noti e dai valore ai suoi progressi di ogni giorno
  • desideri che migliori
  • la aiuti e ti prendi cura di lei
  • sei disponibile
  • la ascolti con sincero interesse e ti impegni a comprenderla davvero
  • la perdoni quando sbaglia
  • le sorridi

Potrei continuare per ore…

Allora inizia ad osservare cosa fai quando siete insieme e quando la pensi.

Fai un elenco di tutto questo. Scrivilo

Potresti scoprire che a te non riservi lo stesso trattamento o non del tutto.

Perfetto, ora sai da cosa cominciare per costruire la miglior relazione con la persona che sei 🙂

E per concludere ecco l’ultimo importantissimo passo da fare per imparare a volersi bene e stare bene con se stessi.

 

Diventa la persona che vorresti al tuo fianco

Molti pensano che per stare bene con se stessi occorre cambiare vita o cambiare abitudini.

Va bene, ma tutto questo servirà a ben poco se prima non cambi te.

Ascoltami bene allora.

Tu stai bene con chi ha determinati comportamenti e atteggiamenti, una certa visione delle cose e della vita.

Ma chi è la persona che tu avrai sempre con te, lo vedi?

Già, quella persona sei tu 🙂

E così, per stare bene con te devi diventare la persona che vorresti al tuo fianco.

Anche questa volta allora, osserva le persone che ti circondano e cogli in loro quegli aspetti che ti piacciono di più.

Man mano che osservi, scrivi.

Non solo, ma andiamo più in profondità.

Per ogni aspetto che individui non limitarti ad osservare cosa fanno queste persone.
Nota come lo fanno. Con quali intenzioni, quale approccio.

Nota il loro atteggiamento verso se stessi, gli altri, verso i problemi e la vita stessa.

In particolare osserva i comportamenti, le loro azioni, le parole che dicono.
Osserva il loro carattere e atteggiamento quando:

  • stanno male
  • hanno un problema
  • stanno male le persone che amano
  • le persone che amano hanno un problema

Scrivi tutto.

Infine osserva te: corrispondi a tutto questo?

Chieditelo per ogni singolo aspetto che hai notato e dove la risposta è “no” o “non del tutto”, lavora per diventare esattamente quella persona.

Per ogni aspetto individua piccole azioni pratiche che puoi iniziare a compiere oggi stesso e inizia ad agire.

Ma seriamente però!

Capire è importante, ma per stare bene con se stessi bisogna agire e cambiare davvero.

E sì, lo so che non è un percorso semplice, che potresti incontrare mille dubbi e mille resistenze.

Proprio per questo in questa guida ho voluto suggerirti molti link: portano ad altre risorse gratuite con cui puoi fare questo percorso.

Leggile tutte, con calma.

Usale per diventare la persona con cui star bene veramente.
Usale per costruire la miglior relazione con lei!

E allora sì, questi mesi saranno stati i più importanti della tua vita 🙂

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, nel 2007 mi sono avvicinata alla crescita personale e ho capito che lì avrei trovato soluzione alla mia infelicità. È stato nel 2017 però che approdata su diventarefelici.it, con la Scuola di Indipendenza Emotiva è cominciato quel percorso di vera rinascita in cui ho scoperto chi sono davvero e ritrovato la voglia di vivere ogni cosa con entusiasmo. Da allora come Mental Coach collaboro attivamente con la Scuola. Desidero profondamente aiutare tutti a percorrere la strada che ho percorso per prima. Perché tutti possono arrivare dove sono arrivata io!
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments