Testimonianze Percorsi di Coaching Individuale

Testimonianze Percorsi di Coaching Individuale

Tiziano Sciotti

Tiziano Sciotti

Inizialmente ero scettico sul coaching in generale. Ma mi sono ricreduto subito. Il percorso con Serena mi ha permesso di acquisire una maggiore consapevolezza di me e dei motivi che sono alla base dei miei malesseri. Con questa conoscenza sono riuscito a lavorare concretamente sui pensieri fuorvianti  che determinano le mie emozioni negative e a scardinarle mano a mano. Le emozioni negative più ostiche hanno richiesto maggior tempo per essere davvero comprese ed eliminate, altre sono sparite quasi istantaneamente, su altre ancora ci sto lavorando con impegno (questo è fondamentale!). Consiglio il percorso vivamente in quanto può davvero migliorare di tanto la vita. Ho seguito anche qualche altro corso per la crescita personale ma questo con Serena è molto di più, alla base vi è un intento sincero di aiutarti a crescere con l’ingrediente più importante di tutti: l’amore (per se stessi e per gli altri).

 

Mara Carraro

Mara CarraroSerena è una Coach meravigliosa.
Entusiasta di ciò che fa.
L’ amore che mette nella relazione d’aiuto glielo si legge negli occhi.
È una persona pratica e concreta.
Arriva al punto e ti accompagna a comprendere e trasformare ciò che ti limita con grande maestria.
Per me è una grande professionista.

 

Paola Fossarello

Paola FossarelloPer me gli incontri con Serena sono stati un grande aiuto, un modo per vedere a fondo e senza paura ciò che da sola non riuscivo a tirare fuori.

Ciò che con le persone che ho intorno non riuscivo sicuramente a vedere.

Lei è molto diretta e pratica, vuole aiutarti a capire davvero!

E’ una persona che ti mette a tuo agio, per me è stato come avere una sorella maggiore che ti accompagna anche in strade scomode con la mano ben salda, e senti che c’è!

Vuole ascoltare e capire ciò che anche per noi stessi spesso è difficile interpretare…ma con un’attenta e costante attenzione si possono scalare delle montagne!

Mi sembra di conoscerla da tanto, mi ha aiutata e sento che c’è anche quando non ci sentiamo direttamente.

 

Rita Caprioli

Ad un certo punto della mia vita ho deciso che avevo bisogno di divertare più forte per poter affrontare tutto  quello che  mi stava accadendo. Sapevo di doverlo a me stessa e al mio bambino. E sapevo che era l’unica possibilità che avevo: restare a galla.

Ho conosciuto Serena e la mia vita sta cambiando. Mi ha sostenuta in ogni momento anche quando io stessa gettavo la spugna.

Ho ascoltato i suoi consigli. Mi ha insegnato a capire il vero perché delle cose e non accontentarmi della prima risposta. Mi ha fatto affrontare i miei scheletri, i mie sensi di colpa. Mi ha insegnato quanto conta il mio pensiero  nelle emozioni che vivo più degli eventi n sé.

Mi sta portando con la mano a ‘vedere’. Vedere con oggettività. Vedere i fatti per quelli che sono, non per quelli che sento. Vedere il ‘lato positivo’ anche nel dolore. Mi ha insegnato una parola magica: OPPORTUNITÀ.

Mi sento una persona meno debole. So che tanto avrò da fare ma senza lei non avrei mai visto quella luce. E non smetterò mai di esserle grata.

 

Linda Grandi

Linda GrandiSe non ricordo male è quasi un anno che ci siamo conosciute, leggendo la presentazione del tuo progetto del rifugio ho sentito che avevamo in comune la montagna, la natura e forse il ritorno alle origini per capire chi siamo. Stavo già frequentando un percorso di crescita personale seguendo lezioni giornaliere, ma non era sufficiente per fare il salto, per diventare consapevole.
Avevo le conoscenze, potevo rifletterci ed esercitarmi ma mi serviva l’aiuto per riportare tutto questo nella mia vita, nella mia quotidianità altrimenti era come entrare e uscire dalle lezioni e da due realtà molto diverse.
Con Serena abbiamo quindi iniziato un lavoro giornaliero, ovvero tutti i giorni ci scrivevamo e ci sentivamo una volta a settimana per monitorare i miglioramenti ma anche le difficoltà. In un processo di così grande cambiamento ho trovato tante grandi e piccole cose da analizzare con lei, da rifletterci e leggere per capire. Chiaramente venivano fuori mano mano ed è per questo che la sua presenza e il suo aiuto sono stati fondamentali, mi hanno permesso se pur con momenti di grossa difficoltà di non mollare, di non permettere alle mie paure ed abitudini di avere la meglio su ciò che più di tutto contava, amare e stare bene qualunque situazione avessi davanti, godere della vita non perché è perfetta o facile, ma perché è vita.
Per la mia esperienza è stato centrale avere un contatto con lei in questi mesi, sentivo la sua fiducia in me quando io stessa non sempre l’avevo. Non mi ha mai giudicata e anche questo è stato molto importante, mi ha aiutato, mi ha spronato, mi ha dato tanto materiale su cui lavorare e ha sempre valorizzato i miei miglioramenti… Insomma, mi ha fatto vedere per bene la strada giusta e ora io stessa la so percorrere e mi so dare da sola quello che prima mi dava lei.
Cambiare è possibile ed è un viaggio da fare con chi l’ha fatto prima di noi per non perderci per strada o fermarci, forse anche io o tu che stai leggendo saremo le prossime guide per altre persone desiderose di stare bene, perché si può.

 

Cristina Andena

Cristina AndenaIl mio incontro con Serena è avvenuto per caso su un’altra strada.
Ha due doti importanti per me: la sincerità (anche quella che non sempre fa piacere) e l’empatia.
Arrivando anche lei da una strada in salita è stato più facile confrontarsi e ho “approfittato” di ciò che per lei era già consapevolezza.
Il riassunto delle sensazioni che mi sono rimaste dopo l’incontro con Serena, oltre ad avere ora un’amica in più , e’ questo:

Ti ringrazio, cuore mio:
mi sono svegliata di nuovo
e benché sia domenica,
giorno di riposo,
sotto le costole
continua il solito viavai prefestivo…

[Wisława Szymborska]

 

Simona Monti

Ci sono periodi in cui, pur avendo alle spalle percorsi e strumenti adatti per affrontare le difficoltà della vita… beh ci sono quei momenti che proprio non ce la fai da sola, ma ti ostini ad andare avanti perché “ti basti e ti avanzi” e non hai bisogno di nessuno…

Ho conosciuto Serena durante il periodo del primo lockdown, su consiglio, o forse insistenza di mio marito … Non è stato amore a prima vista, decisamente no. Anzi, all’inizio la consideravo presuntuosa e saccente… ero così indispettita dal suo modo, che ad un certo punto capii che era quello di cui avevo bisogno.

Questo suo modo di pormi continue domande, di andare a soffermarsi laddove non avrei voluto neanche posare un secondo del mio pensiero, mi innervosiva a tal punto da costringermi a darle e darmi delle risposte… cosa non facile, anzi. Ero così comodamente protetta nella mia zona confort… non ero di certo intenzionata a mollare la presa e dargliela vinta.

Invece ho mollato, e come se ho mollato…la sua calma, la sua pazienza (quanta pazienza) … le sue risposte che non erano altro che domande su domande… mi hanno messo difronte ad uno specchio. Quante volte ho pensato di abbandonare, perché diciamoci la verità tutto ciò che disinfetta fa male, e lei era un alcol potente. La carta bianca dove mi invitava a scrivere tutto quello che stavo vivendo e che stavo soffrendo era un ripercorrere tante cose che avevo accantonato insieme alle mie esigenze. A volte ero convinta che non fosse dalla mia parte, tanto mi metteva in difficolta. In realtà mi ostinavo a non uscire dalle mie convinzioni, non volevo rischiare …e lei lo aveva capito benissimo.

Oggi a distanza di un anno, di acqua sotto i ponti ne è passata… e mi sono ritrovata a dialogare con me stessa, come da anni non avevo fatto. Mi sono guardata con timore, e mi sono piaciuta, capendo che il punto da cui tutto ha inizio parte da te, e non lo si dia per scontato, a volte lo si dimentica.

Serena è stata una guida, mi ha aiutato a percorrere un sentiero non facile, lo scopo era quello di portarmi a raggiungere una porta, dandomi cosi la possibilità di dare un volto, un nome e un significato alle mie paure e affrontarle: ce l’ho fatta!  Ad un certo punto ho capito di avercela fatta. Ma quella porta, tanto ambita, una volta oltrepassata, non l’ho chiusa alle mie spalle, l’ho solo accostata… è giusto lasciare aperto uno spiraglio.  In quello specchio che mi era stato messo di fronte, inizialmente avevo riconosciuto una persona rigida, controllata e affannata a tenere tutto e tutti sotto controllo, per non crollare e trovarmi faccia a faccia con le mie fragilità. Forse la presuntuosa e la saccente in realtà ero io… ed è proprio per questo che a Serena e al nostro percorso, devo la cosa più importante che mi ha reso davvero libera: avere il coraggio di tornare indietro e chiedere aiuto.

 

Nicola Vicinelli

 Nicola VicinelliHo conosciuto Serena un paio di anni fa grazie ad un programma di coaching di cui Lei faceva parte. Casualmente, programmando una lezione gratuita, ho avuto la fortuna e il piacere di conoscere Serena.
Subito ho sentito che comprendeva le mie emozioni e che riusciva a trovare le parole e le chiavi per poter entrare nei miei pensieri. Rimasi particolarmente colpito oltre che dalla sua empatia, dall’amore che metteva e che trasmetteva che solo chi sta bene è in grado di dare.
Un ricordo piacevole era rimasto dentro di me.
Un paio di mesi fa, mentre attraversavo un periodo carico di stress, di tensioni e di insoddisfazione ho deciso di contattarla per avere una mano a risolvere alcuni conflitti che erano alla base delle mie sofferenze. Ho percepito che molte delle sue esperienze erano state simili alle mie e che era pertanto in grado di cogliere dalle mie parole i nodi che causavano conflitti fonti di emozioni negative. In poche sedute siamo arrivati al nocciolo dei miei problemi. Mi ha insegnato la strada per affrontare ogni situazione e soprattutto mi ha fatto comprendere quanto sia fondamentale amare veramente se stessi per poter amare gli altri e gioire di questa vita.
Oggi ho ancora tanto da fare, ma solo sapere che esiste Serena nel caso avessi ancora bisogno, mi da tanta forza.

 

Angelo Mussinelli 

Angelo MussinelliHo vissuto indirettamente la presenza della Serena quando mia moglie Jennifer ha sperimentato l’esperienza di coaching nel suo Rifugio, la scorsa estate.
Ho percepito vitalità e autenticità, la sincera voglia di Serena di condividere la sua storia interiore a chi lo desidera, al fine di essere…essere sé stessi e vivere una vita armoniosa.
Ho accolto quindi la chiamata dentro di me e ho intrapreso un lavoro di 1 mese con lei.
Cosa mi ha spinto? La curiosità, la sana voglia di vedere…vedere cosa? Chi veramente sono, come funziono e perché si ripetevano in me, ciclicamente, eventi che mi tenevano in uno stato di giudizio, insofferenza e frustrazione, nonostante i miei sforzi per vivere una vita piena ed appagante.
Ho avuto l’opportunità per prima cosa di denudarmi e di accogliermi, così come sono. Con amorevolezza.
E poi, accompagnato dal lavoro di dedizione e di sensibilità della Serena ho avuto la possibilità di smontare gli ingranaggi della mia personalità e di decidere di essere felice.
Orientando la mia bussola verso ciò che mi rende felice e soddisfatto.
Si…è una scelta, ed è possibile.
E poi di creare uno spazio neutro tra me e gli eventi esterni, in modo che non mi senta più soffocato dalla pressione degli accadimenti ma bensì che possa fare un respiro profondo e rispondere adeguatamente…
E non più re-agire, come una macchinetta a cui vengono premuti dei pulsanti: mi viene detto “sei bravo!” Allora sono felice…mi viene detto “sei brutto! “Allora mi deprimo…
Questo fa una grandissima differenza nelle mie giornate.
Ecco sono stato guidato a vedere la bellezza della mia unicità e ad avere stima di me.
A
marmi.
È stato per me un lavoro pratico ed entusiasmante, supportato dall’instancabile servizio della Serena.
A volte non ci capivo un granché e a volte mi innervosivo, e questo attrito è valso per cambiare qualcosa dentro di me…anzi per liberare qualcosa che già c’era: chi veramente sono.
E questo ha arricchito me e il mondo intorno a me.

Serena Sironi
Serena Sironi
Nel 2007 la mia vita difficile mi ha avvicinata alla crescita personale. Ho capito che era lì la soluzione alla mia infelicità! Solo 10 anni dopo però, con la Scuola di Indipendenza Emotiva su diventarefelici.it, è iniziato il mio percorso verso una vera rinascita. Ho scoperto chi sono davvero, ritrovato il senso della vita e la voglia di vivere ogni cosa con gioia ed entusiasmo. Da allora, come Mental Coach, collaboro attivamente con la Scuola. Desidero profondamente aiutare tutti a percorrere la strada che ho percorso per prima. Perché tutti possono arrivare dove sono arrivata io!
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Si può vivere una vita senza ansia?

Scoprilo subito, il nostro Corso è Completamente 

GRATIS!