Vivere il presente: adesso è il momento

vivere il presente

Domenica al rifugio ho avuto modo su riflettere su qualcosa che è davvero prezioso di cui però le persone si dimenticano troppo spesso: vivere il presente.

Passavo a servire tra i tavoli dove la gente era seduta per il pranzo.
A un certo punto sono rimasta colpita dall’espressione di una ragazza e dalle parole che l’accompagnavano.

Si lamentava un po’ scherzosamente con gli amici perché a breve si sarebbero alzati per prendere la via di ritorno.
La loro escursione stava per finire. Di già.
Sembrava iniziata un attimo prima, ma il tempo pareva essersi burlato di loro.

La sua ironia però era tradita dalla smorfia di fastidio che le compariva evidente sul volto.

Non era la prima volta che sentivo le persone lamentarsi per l’avvicinarsi dell’ora del rientro, eppure domenica quella smorfia così accentuata mi ha dato da pensare.

Riflettendoci mi sono accorta quanto spesso le persone passino la settimana programmando il weekend.
Poi però, quando finalmente arriva, lo vivono nell’insoddisfazione, concentrati sul pensiero che passerà veloce e che in poco tempo dovrà finire.

Lo vivono con già nella loro testa, la fastidiosa immagine di una nuova settimana fatta dei soliti impegni.
Quella settimana da cui poi fuggono fantasticando spesso sul prossimo weekend.

E intanto, seduti a tavola, è così che passa il tempo.
E quando arriva il momento di rientrare, i pensieri cominciano a burlarsi di loro andando a ritmo di altalena.

L’idea di cosa li aspetterà domani si alterna al rimpianto e alla nostalgia di quel tempo tanto atteso e subito passato.
Quel tempo ormai finito che gli sembra di avere vissuto.
E dico gli sembra! Perché molto di quel tempo lo passano nel futuro.

E per quanto tempo l’ho fatto anch’io!

Scopri le mie risorse gratuite

Iscriviti alla mia newsletter e ogni martedì riceverai consigli e spunti per imparare a gestire le tue emozioni senza starci più male.

Ma a vivere il presente ci pensiamo mai?

Vivere il presente: il modo per non perdere ciò che ami

vivere il presente_1

Mi viene in mente una mia aiutante che aveva passato al rifugio gran parte dell’estate.
Il suo compagno la raggiungeva nel fine settimana e lei viveva male molto del tempo dell’attesa.
La vedevo spesso ansiosa e innervosita pensando a quando sarebbe arrivato, mentre già immaginava il suo “arrivederci”.

Era così che la cosa più bella del mondo diventava causa di un malessere diffuso capace di condizionare gran parte della settimana.

A volte parlavamo di quanto ogni “arrivederci” le procurasse tutta quella collezione di emozioni negative che si distribuivano nel presente che viveva.

Non era solo questa situazione, ma questa paura faceva da sfondo a ogni occasione che immaginava di vivere con gioia.

Più la immaginava bella, più temeva il momento di quando sarebbe finita.

Pensava fosse parte del suo carattere, quello che le avevano insegnato, le delusioni che aveva vissuto nella sua vita e tanto altro.
Ma in tutto questo non c’era nulla di vero.

Era tutto e solo nella sua testa e l’unica cosa che davvero faceva la differenza era dove metteva l’attenzione.

Se ti concentri su ciò che arriverà pensando già che dovrà finire, se lo vivi pensando al momento in cui dovrai separartene e se quando finirà penserai a quello che hai perso, non vivrai mai il presente e ogni esperienza o relazione ti lascerà il vuoto di ogni cosa non vissuta.

E quel vuoto dovrai riempirlo con la prossima volta.

Vivere il presente, esserci, significa amare e l’amore è ciò che riempie quel vuoto, mentre da senso alla nostra vita.

Dove metti l’attenzione determina come vivi il presente

vivere il presente_2

Nel pomeriggio, chiuso il rifugio, arrivava anche per noi il momento di scendere.
E proprio domenica, poco dopo che quella ragazza aveva destato le mie riflessioni, è stata mia sorella a dimostrarmi come fossero vere.

All’indomani sarebbe partita per le sue vacanze, ma aveva vissuto e lasciato il cuore in quel posto che ora stava salutando.

Lei che ho sentito spesso fuggire dal presente, mi ha chiesto di non correre come sempre per arrivare presto a casa.
Voleva godere di questo ultimo momento con gratitudine, viverlo gustandosi il presente.
Ed è stato bellissimo accorgermi che questo ricordo avrebbe aggiunto ricchezza al suo futuro 🙂

È quello che vivi adesso che ti fa vivere un meraviglioso presente.

Lascia stare il pensiero di quello che ti manca ora che il passato se ne è andato, lascia stare quel futuro in cui speri già con l’idea che finirà.

Le nostre emozioni dipendono da quello che pensiamo in ogni occasione che viviamo.

Adesso.

Ma se pensiamo a ciò che abbiamo vissuto o che vivremo, proveremo emozioni per qualcosa che non esiste più o che ancora non esiste e forse nemmeno esisterà mai.

E tutto questo non è reale e ci fa stare male per qualcosa che non c’è.
Ti rendi conto dell’assurdità?

Sviluppa un pensiero positivo e pensa a concentrarti su quello che hai e su quello che puoi fare adesso, su ogni istante che vivi, su ogni persona che incontri, sull’aria che respiri e sul tramonto che saluta la giornata.

Ricorda che è un meraviglioso tramonto e non la fine di un giorno andato per sempre 😉

Vivi adesso.

Costruisci quel passato che grazie al vero presente vissuto, potrà creare nel suo ricordo un magnifico futuro.
Quel passato a cui potrai dire davvero di essere grato, o grata 🙂

E se il tuo presente non ti piace, impegnati a viverlo comunque.
Mettici l’anima, mettici entusiasmo!
Cerca ogni possibilità e fai tutto quello che puoi.

Se ti impegni col sorriso e con la voglia di dare il meglio di te, troverai molto.
Nonostante tutto.
Non sono le situazioni a decidere come stai, ma come tu deciderai di viverle.

E questo dipende solo da te 😉

 

Ti piace quello che scrivo?

Iscriviti GRATIS alla mia newsletter!

Condivido molti temi tratti da spunti di vita quotidiana e non solo.
Riceverai consigli e risorse utili e ogni novità per la tua crescita personale.
Comincia fin da ora, scopri chi sei e prendi in mano la tua vita!

Get Free Email Updates!

LASCIA IL TUO CONTATTO QUI SOTTO

Accetto il trattamento dei miei dati secondo le vigenti norme sulla privacy Privacy Policy

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè pagina delle nostre e-mail

Serena Sironi
Serena Sironi
Architetto di formazione e gestore di un rifugio alpino, mi sono avvicinata alla crescita personale nel 2007. Da allora è cominciato quel percorso che mi ha permesso di rinascere scoprendo davvero chi sono e diventando più forte di ogni problema. Dal 2017 metto a disposizione la strada che ho percorso per prima a chi si affiderà a me come Mental Coach, anche grazie al particolarissimo ambiente del rifugio. Qualcuno mi definisce come architetto dell'anima. Concordo...
Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

84 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
dario
dario
Febbraio 21, 2020 9:38 PM

Devo trovare un posto per conoscere nuove persone che apprezzino la mia nuova personalità.

Amalia
Amalia
Febbraio 21, 2020 9:47 AM

Grazie per le tue parole… lo sappiamo, ma occorre qualcuno che ci ricordi che la “vita è adesso”. <3

Elena
Elena
Febbraio 20, 2020 1:27 PM

Bellissime parole, bellissimi insegnamenti

Micaela
Micaela
Febbraio 20, 2020 12:03 PM

Belle parole ma io non riesco più a vivere nel presente. Sono bloccata da una scelta sbagliata che ho fatto in passato e non posso comprendere che per me ci sia ancora felicità

Micaela
Micaela
Febbraio 21, 2020 12:40 PM
Reply to  Serena Sironi

Ho avuto paura di non farcela ma proprio perché mi conoscevo dovevo essere più consapevole invece mi senta di essermi comportata in modo così infantile che per il male che ho fatto non riesco più a essere felice

Sara
Sara
Febbraio 20, 2020 8:34 AM

Ciao Serena. Grazie mille per queste tue parole. Io penso che in questo momento sto affrontando il periodo più brutto della mia vita in chi vedo il male in ogni cosa…ma alla base di tutto c’è profonda insoddisfazione ed un passato poco felice che mi impedisce di essere migliore di quella che ero ieri. La chiave sta nel non pensare ai brutti ricordi ed al male ricevuto e migliorarsi…semplicemente AMANDO. GRAZIE SERENA E BUONA GIORNATA

Maila
Maila
Febbraio 20, 2020 8:34 AM

Grazie per questo post! È impegnativo vivere nel presente, ma cerco sempre di farcela anche se i pensieri si affollano 🤞🏻

Maddalena
Maddalena
Febbraio 19, 2020 11:23 PM

Grazie Serena… In questo momento della mia vita… Le tue parole sono di aiuto… È un periodo in cui mi sento bloccata… Ho paura di prendere delle decisioni e di lanciarmi… Anche se mi rendo conto che il tempo scorre…. Tutto questo non mi dà serenità…!

Alessia
Alessia
Febbraio 19, 2020 11:02 PM

Ciao Serena, molto significativa, la tua condivisione. Concordo, sul vivere adesso, anche l’esperienza del passato, beĺla o brutta, che comprende in un presente la gratitudine, come una ricchezza in movimento, che rafforza … che spinge positivamente verso il futuro. É GRANDIOSO! Il senso della collettività… Grazie!…

Simona
Simona
Febbraio 19, 2020 9:28 PM

Grazie ! Era quello di cui avevo bisogno ORA !

Fra
Fra
Febbraio 19, 2020 8:35 PM

cerco con affanno un’ispirazione per andare avanti seppur trascinandomi, perché la tentazione di farla finita è forte, e leggere pensieri e parole mi infonde ancora qualche energia. grazie a tutti

Tiziana
Tiziana
Febbraio 19, 2020 9:07 PM
Reply to  Fra

Certo perché no, anche mio fratello lo ha fatto..sai cosa ha lasciato? Niente è tutto… perché non lo ha fatto combattendo per una buona causa? Avrebbe fatto del bene… perché non lo ha fatto dopo essersi liberato dalle fissazioni? Avrebve evitato di vivere un eternità nel suo loop mentale, il cosidetto inferno…se proprio devi farlo prima fai la cosa che ti piace si più nella vita quella che da bambina ti emozionava…è forse quando starai vivendo davvero ci avrai anche ripensato…la tua vita è troppo preziosa per perderla per niente…

Stefania
Stefania
Febbraio 19, 2020 7:40 PM

Ciao Serena, concordo in pieno con quello che hai scritto, pero’ capisco anche che lasciare la montagna per tornare in città e’ veramente dura. Confesso che anche a me e’ capitato. Infatti una volta tornata in città smaltivo il lutto dopo almeno una settimana!!! Comunque e’ inutile starci male. Quello che dobbiamo fare e’ vivere al meglio e con felicità ogni momento della nostra vita. Grazie per quello che ci hai ricordato.

Patrizia
Patrizia
Febbraio 19, 2020 3:01 PM

Grazie Serena,
Seppur dentro Me sono cosciente di come la Vita vada vissuta… non è facile metterlo in pratica!! Perdiamo veramente Tanto Troppo tempo con tensioni, nervosismi, paure e appunto ci dimentichiamo di Vivere il Nostro Presente affrontarlo, godercelo.
Voglio godere adesso nel presente del Tuo Racconto e della messa in pratica del Presente.
🥰

Marcella
Marcella
Febbraio 19, 2020 1:27 PM

Grazie Serena! I tuoi scritti ci aprono occhi, orecchie, cuore e anima. Ci regalano serenità, almeno così è per me, dopo, mi sento assolutamente rilassata e quindi serena.

Riccardo
Riccardo
Febbraio 19, 2020 12:22 PM

Serena grazie!!!! Un racconto fantastico!! Mi ha toccato l’anima oltre che aperto gli occhi su un modo di vedere e vivere le cose che mi porto dentro da anni e che mi ha generato sempre e solo tanta tristezza e desolazione. Mi hai fatto riflettere tantissimo,..Ne farò tesoro insieme a tutto il corso e ai vostri preziosi insegnamenti.
A presto

Carlotta
Carlotta
Febbraio 19, 2020 12:15 PM

Questo di sette è il più gradito giorno,
Pien di speme e di gioia:
Diman tristezza e noia
Recheran l’ore, ed al travaglio usato
Ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Garzoncello scherzoso,
Cotesta età fiorita
E’ come un giorno d’allegrezza pieno,
Giorno chiaro, sereno,
Che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
Stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo’; ma la tua festa
Ch’anco tardi a venir non ti sia grave.

Lepopardi docet (Il sabato del villaggio)

Fra
Fra
Febbraio 19, 2020 11:35 AM

solo una parola…grazie

Rasha
Rasha
Febbraio 19, 2020 11:31 AM

Ciao Serena, vivere il presente è faticoso .a volte credo di prendere la valigia e andare via da tutto . Ho unproblema non ci riesco di perdonare i personaggi del passato che mi hanno fatto male e li trovo spesso anche in presente.

Laura
Febbraio 19, 2020 11:10 AM

Che bel post Serena, le tue parole sono illuminanti.

Stefania Galluzzi
Stefania Galluzzi
Febbraio 19, 2020 11:08 AM

È tutto molto bello e vero. A parole. Ma quando capisci che il tuo presente non ti gratificherà mai senza un sogno da inseguire, una speranza di attimi futuri migliori, allora diventa difficile rimanere nel qui ed ora.. e quando nei tuoi ricordi ci sono anche rimpianti o situazioni vissute male che influiscono ancora sul tuo stato d’animo, non puoi fare a meno di tornare indietro con la mente e pensare a come sarebbe stato se…. Sicuramente è sbagliato, ma tutto il vissuto e tutte le speranze future fanno parte di noi e scindere il passato e il futuro dal… Leggi il resto »

CLAUDIA
CLAUDIA
Febbraio 19, 2020 10:40 AM

Proprio in questi giorni riflettevo sul mio entusiasmo. Lo scorso anno si sono chiuse molte porte e sono stata costretta a dover ricalcolare la mia vita in ogni ambito e in brevissimo tempo. Perdita di lavoro, la chiusura di una relazione in cui credevo, un grave lutto (in un mese se n’è andata una delle mie piu care amiche) e il trasferimento per amore della mia miglior amica e compagna di viaggi (anche se sono stra felice per lei, mi manca tantissimo..). La morte del mio cane, la malattia di mio padre. So bene che l’entusiasmo è la benzina della… Leggi il resto »

CLAUDIA
CLAUDIA
Febbraio 20, 2020 2:10 PM
Reply to  Serena Sironi

Ed è proprio quella scintilla che sto cercando di accendere in tutti i modi, ma sento come un mattone nel petto e il motore resta ingolfato. Anche se giorno dopo giorno nascono in me delle piccole gemme, mi sento ancora molto scarica ma vado avanti, so che tutto si trasforma e che a volte serve il giusto tempo per smaltire dolori ed elaborare delusioni, A volte dobbiamo darci il tempo per ripartire senza farci sopraffare dai pensieri. Trasformare è una parola fondamentale, ci sto mettendo l’anima.
Grazie di cuore per avermi risposto.
Claudia

Sabina
Sabina
Febbraio 19, 2020 10:35 AM

…non è semplice, mi viene da rispondere.Andiamo troppo di fretta, non ci godiamo il momento e quando ci “fermiamo” siamo talmente stanchi da non riuscire a goderci il momento…è tutto un’organizzare, un correre, un immaginare…ed è come se tutto ci sfuggisse di mano. Ogni giorno cerco di ritagliare uno spazio e di imporre alla mia testa (perché sta tutto nella testa no?) di “mollare”…mollare i pensieri che la affollano, mollare le negatività che a volte non ci permettono di vedere la BELLEZZA della vita. In ogni sua sfaccettatura, anche nel semplice gesto di sedere sul divano e guardare la tua… Leggi il resto »

Gilda
Gilda
Febbraio 19, 2020 10:27 AM

Ciao Serena, se sei nel posto giusto.. È qui ed ora! Lo sforzo è quando intorno non ti piace niente che proietti nel futuro le speranze e non vuoi vivere il presente.. Così ti sfugge di mano la vita stessa che non rappresenta né presente né futuro

Rita
Rita
Febbraio 19, 2020 9:39 AM

Questo pensiero mi ha fatto riflettere..
Come sempre.
Cercare di vivere il momento è la cosa più semplice è più difficile allo stesso tempo..
Si fugge e la testa vaga senza poter vivere il presente.
Grazie.

Gianluca
Gianluca
Febbraio 19, 2020 9:06 AM

Ho letto ciò che hai scritto Serena,ed è tutto meravigliosamente vero
Grazie per ciò

Mirca
Mirca
Febbraio 19, 2020 9:00 AM

spesso siamo troppo indaffarati a correre, a pretendere, a volere sempre di più che non ci accorgiamo delle cose belle che abbiamo vicino a noi e non riusciamo a godercele fino in fondo ..
grazie Serena

Giuseppina
Giuseppina
Febbraio 19, 2020 8:55 AM

A volte le anime vanno altrove pensando a quello che possiamo avere e vario e questo ci mette in difficoltà. Angelo Michele aiutami, proteggi e liberami da tutto ciò che mette dubbio, incertezza e vario. Arcangelo Michele ovunque io sono ti ringrazio del tuo immenso aiuto. Serena è vero a volte ci facciamo molte domande tra passato e futuro e non ci accorgiamo del presente e del ” qui ed ora” . Il presente ci aiuta a essere più consapevoli e responsabili e avere il coraggio di amare se stessi per come si è e non per come ci vorrebbero… Leggi il resto »

Eleonora
Eleonora
Febbraio 19, 2020 8:29 AM

Grazie Serena, con questa newsletter del PRESENTE si è rafforzata ancor di più per me l’importanza del dare valore ad ogni singolo momento che si vive!

Daniela
Daniela
Febbraio 19, 2020 8:24 AM

Ciao Serena sono assolutamente d’accordo su quello che hai scritto è molto bello e vero

Anonimo
Anonimo
Febbraio 19, 2020 8:04 AM

Si, certo, bellissime parole.
Andiamole a dire a chi sta andando a fare un lavoro che detesta 🤣

Anonimo
Anonimo
Febbraio 19, 2020 11:59 AM
Reply to  Serena Sironi

Concordo su metterci il meglio, è quello che cerco di fare.
Ma se una cosa non ti piace, dovrebbe farsela piacere o cercare di migliorare la propria situazione?

Anonimo
Anonimo
Febbraio 19, 2020 4:20 PM
Reply to  Serena Sironi

Già, vero. Potremmo.. ma perché non vogliamo?

Anonimo
Anonimo
Febbraio 20, 2020 3:39 PM
Reply to  Serena Sironi

Beh forse nel mio caso no. Ho cambiato con l’entusiasmo di cambiare. I problemi sono nati dopo, mi sembra di essere tornato indietro professionalmente e spesso, con presunzione, penso di poter spendere quel poco di intelligenza che mi è rimasta, per cause un po’ più “meritevoli” (dal mio punto di vista, ovviamente). Si, è impegnativo mollare e dedicarsi ad altro, anche se sarebbe la cosa più semplice e stimolante. Ma dobbiamo mangiare, rischiare di rimanere senza soldi è una probabilità alta. Non pensò che così vada bene, ecco perché sono finito qui. Grazie comunque per il tempo che mi hai… Leggi il resto »

Anonimo
Anonimo
Febbraio 20, 2020 11:08 PM
Reply to  Serena Sironi

Ok, chiaro, ma io farei altro, aldilà del cambiamento di me stesso
Ma veniamo alle domande.
Le competenze tecniche non sono il focus del progetto a cui sto lavorando (non entro nel merito, ma di certo non sto applicando le mie competenze tecniche).
L’intelligenza si, credo sia diminuita.
Vuoi per lo sport che faccio, vuoi per l’età che avanza..
Penso che non siano “meritevoli” nel senso che non amo quello che faccio, mi piacerebbe fare altro.

Grazie ancora

Patrizia
Patrizia
Febbraio 19, 2020 7:57 AM

Buongiorno Serena. Ho letto la news di Giacomo riguardo il vivere il presente. Da tempo, grazie ai consigli di Giacomo ho imparato a gustarmi il “quì e ora” chi c’è c’è e se vicino a me non c’è chi vorrei mi fosse affianco, mi concentro a godermi quello che ho e anche la compagnia che in quel momento mi offre la vita. In questo modo vivo tutte le emozioni e i momenti che quella compagnia o quel luogo o anche la solitudine mi offre e la vita prende spessore anche nei momenti meno belli. Ho imparato che anche quando si… Leggi il resto »